Senigallia: ricettazione e tentata truffa, denunciata una 57enne di Ascoli Piceno

Auto carabinieri 2' di lettura 27/05/2012 - I carabinieri della compagnia di Senigallia, sotto la guida del capitano Lorenzo Marinaccio, impegnati nell’attività di controllo sul territorio finalizzata alla prevenzione e repressione dei reati in materia di stupefacenti e contro il patrimonio hanno arrestato un pusher della movida senigalliese.

Si tratta di V.T. trovato in possesso di 50 grammi di cocaina, suddivisa in due confezioni di cellophane, destinata al mercato senigalliese.

Nella stessa settimana, i carabinieri del Nucleo investigativo del Reparto Operativo del comando provinciale di Ancona hanno arrestato Difi Mohamed Ali’, cittadino mauritano pluripregiudicato di 39 anni. L’uomo, accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, al termine di un’attività di osservazione, controllo e pedinamento, è stato individuato a bordo del treno regionale veloce Roma - Ancona e sottoposto al controllo di Polizia. Dalla perquisizione il 39enne mauritano è stato trovato in possesso di 40 grammi di eroina confezionata nel cellophane. La droga, destinata al mercato senigalliese, è stata quindi posta a sequestro mentre l’uomo è stato condotto presso la casa circondariale di Ancona –Montacuto.

I militari di Senigallia, nel medesimo contesto investigativo, hanno segnalato alla Prefettura di Ancona tre giovani senigalliesi per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti e sequestrato complessivamente 2 grammi di eroina e 0,3 di cocaina. I giovani segnalati sono A.S., pregiudicato di 28 anni, B.R., nullafacente di 37 anni e B.A., studentessa di 39 anni.

Hanno denunciato in stato di libertà B.E.H.E.M.A.M., cittadino libanese di 48 anni residente a Senigallia, per il reato di falsità in scrittura privata e uso di atto falso. L’uomo avrebbe infatti utilizzato per la propria auto una polizza assicurativa completamente contraffatta. Pertanto l’auto è stata sequestrata per la successiva confisca come è stata sequestrata la patente di guida. Hanno poi denunciato in stato di libertà R.L., pregiudicata di 57 anni residente ad Ascoli Piceno, per ricettazione e tentata truffa perché sorpresa nel tentativo di riscuotere un assegno bancario rubato lo scorso 8 maggio a Senigallia e denunciato per concorso in estorsione i senigalliesi M.M. di 18 anni, T.R. di 20 anni e V.E.D. di 23 anni. I tre giovani, secondo gli accertamenti dei militari, nel giugno del 2011 avevano venduto ad un minorenne di Senigallia un motorino per la somma 800 euro. La consegna però del mezzo non sarebbe mai avvenuta, anzi, i tre denunciati, con ripetute minacce, avrebbero ottenuto fino ad oggi per la consegna del ciclomotore la somma complessiva di 3.500 euro.

Infine, i militari hanno denunciato per maltrattamenti in famiglia B.B. di 50 anni, che avrebbe maltrattato e terrorizzato la madre.






Questo è un articolo pubblicato il 27-05-2012 alle 16:36 sul giornale del 28 maggio 2012 - 937 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, senigallia, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/zCF





logoEV