Tavola rotonda sul futuro dell’area ex Carbon, Celani ha presentato i progetti della Provincia

Piero Celani 2' di lettura 15/09/2012 - “Concretezza è la parola chiave per il rilancio e lo sviluppo del Piceno” è quanto ha dichiarato il Presidente della Provincia Piero Celani nel corso della tavola rotonda di presentazione del “Polo Tecnologico Ascoli 21” a cura della società “Restart” svoltasi ieri nella sede di Confindustria a Porto D’Ascoli.

Nutrita e autorevole la platea in sala di rappresentanti di Enti, Istituzioni, mondo dell’imprenditoria, Università, Sindacati e Volontariato. Presenti, tra gli altri, il sindaco di Ascoli Guido Castelli, il Presidente Piero Celani, il Presidente di Confindustria Ascoli Bruno Bucciarelli, l’Assessore Regionale Antonio Canzian, il Presidente di Restart Franco Gaspari. Al convegno erano presenti anche i tre rettori dei principali atenei marchigiani: Pacetti (Politecnica delle Marche di Ancona), Lacchè (UniMc) e Corradini (Unicam).

“Da oggi la nascita del Polo Tecnologico Scientifico e Culturale è un traguardo certamente più vicino per la città di Ascoli” è stato il messaggio lanciato unanimemente dai protagonisti dell’iniziativa che intende dare il via ad un’autentica “officina urbana a cielo aperto” in cui promuovere e sperimentare nuove e innovative tecnologie per l’edilizia, l’ambiente, la viabilità, la mobilità sostenibile e l’efficienza energetica.

Dopo gli interventi dei responsabili dell’iniziativa, del sindaco Castelli e dell’Assessore Canzian, ha preso la parola il Presidente Celani che ha illustrato progetti e idee di Palazzo San Filippo per l’importante area che si estende per 26 ettari alle porte del capoluogo.

“La Provincia è da tempo in prima linea nella realizzazione dell’ambizioso progetto avviato in sinergia con la Regione, il Comune di Ascoli e illustri referenti del Piceno – ha ricordato il Presidente Celani – entro la fine del 2012, a Villa Tofani, l’edificio recuperato dall’Amministrazione Provinciale e dotato delle tecnologie più all’avanguardia nel campo della domotica, saranno ricavate delle cellule-laboratorio a disposizione di studiosi e ricercatori. La struttura, che sorge nei pressi dell’area della SGL Carbon, ospiterà anche la sede di Tecnomarche, che costituisce a tutti gli effetti un’eccellenza nel settore dell’innovazione. Intenzione della Provincia, inoltre, sarà nei prossimi mesi di avviare un nuovo corso di formazione SEED-LAB per forgiare 20 nuovi giovani imprenditori, capaci a loro volta di collaborare con 20 imprese locali con l’obiettivo appunto di incentivare e migliorare il livello di conoscenza e di ricerca, e nel contempo, creare occupazione. Senza dubbio un piano di qualità e di valore che potrà essere condiviso e sviluppato in collaborazione con sempre più partner. E' questo il primo segnale tangibile del Polo Tecnologico Scientifico con l'auspicio che altri enti pubblici e privati seguano il percorso tracciato con sollecitudine dalla Provincia di Ascoli Piceno”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-09-2012 alle 00:24 sul giornale del 15 settembre 2012 - 806 letture

In questo articolo si parla di politica, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/DRF





logoEV