Montedinove: venerdì 5 luglio 'Assassinio nella cattedrale' al Festival dell'Appennino

compagnia dei folli 2' di lettura 05/06/2013 - Il Festival dell’Appennino e la Provincia di Ascoli Piceno organizzano una residenza teatrale dal 28 giugno al 05 luglio 2013 finalizzato alla messa in scena di “Assassinio nella Cattedrale” di Thomas Stearns Eliot presso il Santuario dedicato a Thomas Becket a Montedinove. Thomas Becket è legato alla nostra terra grazie all’amicizia con il Vescovo di Fermo Presbitero, suo compagno di studi alla Università di Bologna, a cui fece dono di una preziosa casula di manifattura araba del XII sec, ricamata in seta e oro e conservata nella Cattedrale di Fermo. Il Santuario di Montedinove è meta di pellegrinaggi e sarà la sede della residenza che si concluderà con lo spettacolo che narrerà le sorti dell’Arcivescovo di Canterbury.

La residenza teatrale, la cui organizzazione è a cura della Compagnia dei Folli, sarà seguita da Eleonora Moro che già nella scorsa edizione ha seguito e realizzato lo spettacolo “Il lago racconta che…” messo in scena sulle sponde del Lago di Pilato. Diplomata presso la Civica Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano, anno 2001 (Corso Regia quadriennale), Eleonora Moro ha studiato con: Kuniaki Ida, Jurij Alschitz, Massimo Navone, Jerzy Sthur, Gabriele Vacis, François Kahn; ha seguito seminari e laboratori con: Francois Kahn, Monica Francia, Danio Manfredini, MK. L’organizzazione della residenza è a cura dalla Compagnia dei Folli.

La residenza teatrale darà la possibilità agli attori selezionati di lavorare sul testo di Eliot “Assassinio nella cattedrale” che sarà messo in scena venerdì 5 luglio 2013 alle ore 21:15 davanti al Santuario di Montedinove. Seguendo il metodo di Michail Cechov, allievo di K. Stanislavskij, la Moro guiderà gli attori nella caratterizzazione dei personaggi attraverso esercizi che permettano lo sviluppo della consapevolezza corporea, emotiva ed artistica di ciascuno. Per dare vita ad un personaggio sono necessari esercizi fisici, vocali, espressivi, sul ritmo, sull’intenzione di un gesto e di un’azione, sull’interazione con gli altri e con il testo: tutto questo lavoro sarà svolto nei giorni di permanenza nella struttura di accoglienza del Santuario.

Per partecipare alla residenza teatrale è necessario compilare la scheda d’iscrizione disponibile sul sito del Festival dell’Appennino. Sul sito è possibile inoltre consultare il bando e conoscere i dettagli della residenza. Per informazioni ed iscrizioni occorre inviare una mail alla Compagnia dei Folli info@compagniadeifolli.it o telefonare allo 0736-35.22.11






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-06-2013 alle 13:08 sul giornale del 06 giugno 2013 - 564 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, Compagnia dei folli, Montedinove, festival dell'appennino, assassinio nella cattedrale, Thomas Stearns Eliot, Santuario Thomas Becket, Arcivescovo di Canterbury, Eleonora Moro, Lago di Pilato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/NP6