Calcio: Ascoli, le 7 comproprietà da risolvere

ascoli calcio 1' di lettura 10/06/2013 - L’estate che si appresta ad iniziare non sarà affatto rilassante per l’Ascoli Calcio che, oltre ai conclamati problemi di bilancio, la mancanza di un allenatore e i problemi d’iscrizione, dovrà fronteggiare ora il termine delle scadenze per la definizione delle comproprietà, fissato al 20 giugno.

A questo si aggiunge il punto di penalizzazione che i bianconeri hanno già rimediato per i mancati versamenti Irpef di gennaio e febbraio e, per evitarne un altro, dovranno versare le quote di marzo e aprile con relative contribuzioni entro il 15 giugno.

Tornando al discorso comproprietà, sono 7 i giocatori di cui risolvere la situazione prima del 20 per evitare le buste e sono: Ilari della Juventus, Hanine e Marchionni del Chievo, Colomba, Pasqualini, Di Gennaro e Tamasi del Parma.

Difficile dire quale sarà il destino di questi giocatori. Colomba, in una recente intervista a PicenoTime, ha dato la sua disponibilità a rimanere. Bisognerà vedere se la società sarà dello stesso avviso.

Intanto, al torneo Primavera di Gubbio, hanno brillato due obiettivi dell’Ascoli: Sowe e Marchionni.

Il primo ha disputato un buon torneo con il Chievo e il secondo, il cui cartellino è già per metà bianconero, ha siglato la rete gialloblu nella sconfitta contro la Lazio per 3-1.

Le trattative vanno avanti ma, purtroppo per il Picchio, i problemi di mercato sono decisamente gli ultimi di una lista già piuttosto lunga.


di Gabriele Ferretti
redazione@vivereascoli.it
 





Questo è un articolo pubblicato il 10-06-2013 alle 21:10 sul giornale del 11 giugno 2013 - 1519 letture

In questo articolo si parla di sport, mercato, calcio, roberto benigni, ascoli piceno, ascoli, juventus, Parma, penalizzazione, iscrizione, lega pro, calciomercato, gabriele ferretti, chievo verona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/N6z





logoEV
logoEV