UGL: settimana decisiva per il futuro della Haemonetics

UGL 1' di lettura 11/06/2013 - Dopo l’incontro del 07/06/2013 in Prefettura siamo in attesa di conoscere i contatti delle Istituzioni con il presidente Haemonetics Europa, Wulf. Sappiamo che tramite e-mail sono in corso rapporti che sicuramente si approfondiranno, finalizzati a concorrere sulle decisioni di permanenza della Multinazionale del sangue nel sito produttivo ascolano. Questa sarà certamente una settimana, sotterranea ma importante.

In fabbrica c’è grande attesa per il prossimo incontro con Wulf. Secondo alcuni rumors l’incontro dovrebbe tenersi martedì 18 giugno in Confindustria.

Nel frattempo le maestranze strette tra rabbia, ansia, lotta e speranza, con nervi saldi mantengono una mobilitazione attiva, operante e produttiva, molto attente a tutto ciò accade intorno, ma precise nel lavoro e nella qualità del prodotto.

Le donne, in prima fila, in questa partita durissima e difficilissima per la occupazione ed il mantenimento del sito. Quelle donne che stavano davanti alla Prefettura a manifestare, non divise da sigle sindacali, ma con magliette Haemonetics, stanno mettendo iniezioni di creatività e di novità per battaglie sindacali più originali e fuori dagli schemi. Sl senso di una maturità ma anche di carica di energia di cui le donne sono particolarmente dotate.

La UGL ritiene che questo flusso costruttivo che si muove con fede perché la Haemonetics rimanga in Ascoli Piceno con i suoi 185 lavoratori non può essere deluso. Questa carica positiva deve trovare uno sbocco, altrimenti la parte configgente la farebbe da padrona. Confidiamo che Wulf la prossima settimana in Confindustria chiarisca positivamente che la Haemonetics non andrà via da Ascoli Piceno.


da UGL Metalmeccanici - Ascoli Piceno









logoEV
logoEV