Acquasanta Terme: condannati due dirigenti per il crollo del ponte Tallacano

Guardia di finanza 1' di lettura 30/07/2013 - Le indagini condotte dalle Fiamme Gialle di Ascoli Piceno, in relazione al crollo del ponte Tallacano di Acquasanta Terme, hanno portato alla condanna di due dirigenti della società a capitale pubblico che gestisce il servizio idrico integrato.

Il crollo del ponte Tallacano avvenuto il 28 dicembre 2007 costrinse i comuni della Vallata del Tronto a restare senz'acqua per giorni.

Il personale di vigilanza aveva comunicato più volte alla società la necessità di un intervento per ripristinare lo stato di sicurezza del ponte, ormai compromesso a causa del trascorrere del tempo e di eventi metereologici. La società stessa era dunque pienamente consapevole della criticità della situazione.

Le omissioni della società in termini di manutenzione ordinaria e straordinaria del ponte Tallacano hanno contribuito causalmente a determinarne il crollo. Le irregolarità accertate dalla Guardia di Finanza nel corso delle indagini hanno portato nella giornata di martedì 30 alla condanna, presso la Corte di Conti di Ancona, di due dirigenti al pagamento della somma di 100mila euro ciascuno.


di Michele Piccioni
redazione@vivereascoli.it
 





Questo è un articolo pubblicato il 30-07-2013 alle 19:22 sul giornale del 31 luglio 2013 - 714 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, guardia di finanza, ascoli, condanna, vivere ascoli, corte dei conti, Acquasanta Terme, crollo, Michele Piccioni, ponte tallacano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/P77





logoEV