Ascolano arrestato mentre spacciava, aveva 110 piante di marijuana. Resta in carcere

spaccio 1' di lettura 30/07/2013 - Non c’è stata tolleranza per P.D.V., lo spacciatore di 55 anni arrestato a Castel di Lama insieme ad un complice sabato 27 luglio. Nonostante le richieste di arresti domiciliari del suo avvocato, nella giornata di martedì 30 luglio per l’uomo è stata disposta la permanenza in carcere. L’ascolano è stato arrestato con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e per la coltivazione illegale di 110 piante di marijuana.

Da tempo P.D.V. era sotto osservazione da parte del reparto antidroga dei carabinieri che sabato lo hanno colto in flagrante mentre vendeva sostanze stupefacenti ad un tossicodipendente.

La marijuana non era l’unica droga che il cinquantacinquenne ascolano spacciava.

Nel corso delle perquisizioni successive all’arresto infatti sono state trovate nella sua abitazione sostanze e materiali per produrre droghe di diversa natura, come eroina e cocaina.

Un arresto che toglie dalle strade un soggetto potenzialmente pericoloso per la vita delle persone comuni.


di Gabriele Ferretti
redazione@vivereascoli.it
 





Questo è un articolo pubblicato il 30-07-2013 alle 14:36 sul giornale del 31 luglio 2013 - 710 letture

In questo articolo si parla di arresto, marijuana, cocaina, spaccio, eroina, detenzione di sostanze stupefacenti, spacciatore arrestato, gabriele ferretti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/P6k





logoEV