Le volevano portare via il figlio. Donna si barrica in corsia al Mazzoni

ospedale mazzoni 1' di lettura 01/08/2013 - Sono stati momenti di tensione quelli vissuti nella giornata di mercoledì 31 luglio all’ospedale Mazzoni di Ascoli, quando una donna si è barricata all’interno del reparto di neonatologia col suo bambino appena nato.

Il gesto teatrale della donna è stato indotto da questioni legali insorte dopo la nascita del figlio, nato lo scorso 14 maggio, relative alla paternità del piccolo.

Il tribunale di Ancona aveva stabilito che il bimbo dovesse essere affidato ad una casa famiglia e mercoledì 31 era il giorno in cui gli assistenti sociali avrebbero dovuto portarlo via.

Disperata la reazione della madre che si è barricata nel reparto, respingendo più volte i tentativi di medici e assistenti di entrare.

La donna ha dunque chiamato il suo avvocato e le forze dell’ordine per far valere le sue ragioni.

Al loro arrivo, i carabinieri hanno cercato di far ragionare la madre e di ricostruire l’accaduto.

Dopo qualche ora di agitazione la situazione è tornata alla tranquillità.

La donna è riuscita a ritardare la separazione dal figlio e a farlo rimanere ancora qualche giorno in ospedale con lei.


di Gabriele Ferretti
redazione@vivereascoli.it
 





Questo è un articolo pubblicato il 01-08-2013 alle 15:17 sul giornale del 02 agosto 2013 - 797 letture

In questo articolo si parla di attualità, carabinieri, bambino, donna, assistente sociale, affidamento, madre, reparto, gabriele ferretti, ospedale ascoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Qbk