Presentata a Palazzo dei Capitani l'edizione 2013 del Templaria Festival di Castignano

2' di lettura 10/08/2013 - Venerdì 9 agosto si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della nuova edizione di Templaria Festival presso il Palazzo dei Capitani in Ascoli Piceno. Il sindaco del Comune di Ascoli, Guido Castelli, ha esordito ricordando la necessità di creare collaborazioni tra gli eventi culturali del territorio piceno, di cui Templaria rappresenta una manifestazione di punta, capace di convogliare in provincia numerosi turisti provenienti da tutta Italia che si spostano appositamente per partecipare al Festival.

L’assessore alla Cultura e alla Pubblica Istruzione della Provincia di Ascoli Piceno, Andrea Maria Antonini, ha quindi aggiunto che il segreto del successo di Templaria Festival risiede proprio nell’offerta culturale, che riunisce qualità, storia e tradizione picena: per questa sua peculiarità la manifestazione risponde alle esigenze non solo di un pubblico giovanile o familiare, ma anche dei visitatori più esigenti sotto il profilo dell’offerta educativa. Il sindaco del Comune di Castignano, Domenico Corradetti, ha ribadito l’importanza di Templaria come risorsa strategica per la comunità locale. Grazie all’importanza raggiunta dalla manifestazione, il comune castignanese, nel corso degli anni, è stato interessato da importanti progetti di recupero del centro storico, promuovendo numerosi progetti culturali, come la fondazione del Museo delle Icone Russe, unico nel suo genere in tutto il centro Italia, punta di diamante dei Musei Sistini del Piceno, che i visitatori di Templaria possono ammirare durante le quattro serate del Festival. Di recente fondazione è anche la mostra delle Arti e Tradizioni popolari della civiltà contadina e artigiana castignanese, allestita presso i saloni che a fine Ottocento ospitavano allevamenti di bachi da seta.

Infine il presidente della Pro Loco Castignano, Giuseppe Benigni, ha introdotto le novità dell’edizione 2013: anticipata da una serie di convegni a tema che hanno coinvolto studiosi di fama nazionale, come Maria Giuseppina Muzzarelli e Tommaso Lucchetti, esperti, rispettivamente, di abbigliamento e gastronomia medievale, la manifestazione sarà segnata da un maggior rigore filologico dei costumi dei figuranti locali e dei menù proposti nelle taverne presenti a Templaria, che offrono, ormai tradizionalmente, soltanto ricette tipicamente medievali.

Il percorso interno della manifestazione è stato allargato per dare spazio alla presentazione degli antichi mestieri: dai ceramisti, ai vasai, ai ramai, fino alla battitura del grano, alla fabbricazione della carta e del sapone, nonché alla tessitura dei merletti, all’insegna della valorizzazione delle specializzazioni economiche tradizionali del paese. Benigni ha ricordato come sia stato dato maggior peso alla qualità dell’offerta teatrale, con la presenza di circa 40 compagnie provenienti da tutta Italia, che saranno impegnate in improvvisazioni ludiche con il pubblico. Infine il presidente della Pro Loco Castignano ha concluso ricordando l’importanza e l’impegno della intera comunità castignanese per la buona riuscita del Festival, anima della manifestazione sin dalla prima edizione.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-08-2013 alle 12:02 sul giornale del 10 agosto 2013 - 776 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, guido castelli, Templaria Festival, castignano, andrea maria antonini, tommaso lucchetti, giuseppe benigni, pro loco castignano, maria giuseppina muzzarelli, domenico corradetti, comune di castignano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/QxQ