Entrano in vigore le 'White List'. Le Prefetture contro le mafie

1' di lettura 20/08/2013 - Entrano in vigore, presso le Prefetture, gli elenchi di imprese fornitrici che non risultano soggette ad infiltrazione mafiosa, le cosiddette 'White List'. Una volta iscritte nell'elenco le imprese sono esonerate dal presentare ogni volta la certificazione antimafia.

In questo elenco compaiono: imprese per il trasporto di materiale in discarica per conto terzi; imprese per il trasporto e smaltimento dei rifiuti per conto terzi; imprese per l'estrazione, fornitura e trasporto via terra di materiali inerti; imprese per il confezionamento, fornitura e trasporto di calcestruzzo e bitume; imprese della fornitura del ferro lavorato; imprese per i noli a freddo e a caldo, imprese per l'autotrasporto conto terzi e per la guardiana nei cantieri.

L'iscrizione all'elenco è volontaria e dura un anno, al termine del quale va rinnovata.

Anche la Prefettura di Ascoli è pronta ad introdurre la novità che dovrebbe garantire l'affidabilità delle imprese che vi rientrano. Per richiedere l'iscrizione all'elenco di Ascoli si può mandare una mail, tramite Posta Elettronica Certificata,all'indirizzo antimafia.prefap@pec.interno.it e la Prefettura, dopo l'istruttoria di rito, rilascerà l'iscrizione dell'azienda all'elenco.


di Michele Piccioni
redazione@vivereascoli.it
 





Questo è un articolo pubblicato il 20-08-2013 alle 17:37 sul giornale del 21 agosto 2013 - 763 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, ascoli piceno, ascoli, vivere ascoli, antimafia, elenco, Michele Piccioni, prefettura di ascoli piceno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/QPB