Calcio: Ascoli, la targa della sede bianconera diventa una lapide tombaria

1' di lettura 24/08/2013 - La targa della sede bianconera di Corso Vittorio Emanuele si è tramutata in una lapide tombaria. Gli autori del gesto, attualmente ignoti, hanno voluto emulare un rito funebre, come per indicare la morte dell'Ascoli Calcio.

Un piccolo vaso di fiori infatti, con tanto di scritta "siamo alla fine, riposa in pace", è comparso nella mattinata di sabato 24 agosto affianco alla targa della gloriosa società.

Una "zingarata" in pieno stile "Amici miei", segno però di quanto i tifosi bianconeri siano stufi e sfiduciati.

Dopo l'inquietante atmosfera ricreata a maggio al campo d'allenamento da qualche sostenitore stanco che piantò in terra 11 croci, il macabro ritorna di moda.

Una maniera nello stesso tempo ironica e sana di far notare come ben 115 anni di storia non possano essere calpestati e maltrattati.

In allegato la foto della targa della sede dell'Ascoli Calcio 1898.


di Rocco Bellesi
redazione@vivereascoli.it
 







Questo è un articolo pubblicato il 24-08-2013 alle 15:30 sul giornale del 26 agosto 2013 - 1218 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, roberto benigni, fiori, ascoli piceno, ascoli, cimitero, ultras ascoli, tifosi, morte, funerale, lapide, ascoli calcio, Curva Sud Rozzi, corso vittorio emanuele, rocco bellesi, curva sud ascoli, curva sud, ultras 1898, Nucleo Piceno Ultras

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/QXD