Vivere Senzaetà: sigarette elettroniche, servono maggiori normative

1' di lettura 29/08/2013 - Le sigarette elettroniche dovrebbero essere considerate medicinali e sottoposte alle regole e ai controlli di sicurezza dei farmaci. Questo è quanto sostenuto dall’AIFA. Sarebbe indispensabile definire le quantità di nicotina, in quanto tutto ciò che contiene materie prime farmacologicamente attive dovrebbe essere considerato farmaco secondo la Direttiva 2001/83/CE del D.L.vo 219/2006 concernente i prodotti medicinali.

Mancano anche specifiche qualitative minime per controllare le sostanze inalate che variano in base al liquido inserito, alla composizione del materiale plastico e alla temperatura raggiunta dal dispositivo stesso.

Inoltre, il messaggio ingannevole sul vantato effetto disassuefacente dall’abitudine del fumo non dovrebbe accompagnare tali prodotti se non sotto controllo medico e si dovrebbe informare l'opinione pubblica attraverso campagne di sensibilizzazione per la presenza di sostanze dannose e per l’induzione di deviazioni comportamentali (ad es. possibilità di fumare in ambienti in cui prima non era possibile).

Sempre secondo l’AIFA, si dovrebbe bandirne l’uso in persone che non abbiano mai fumato o abbiano già smesso, nonché vietarne la vendita e l’uso ai minori di 18 anni.

Nell'ultima uscita: ''Gusto dell'orrido. In Cina le diete si fanno con i vermi''






Questo è un articolo pubblicato il 29-08-2013 alle 13:19 sul giornale del 30 agosto 2013 - 1244 letture

In questo articolo si parla di attualità, salute e benessere, sigarette, regola, rubrica, Vivere Senzaetà, regolamentazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Q8a

Leggi gli altri articoli della rubrica Vivere Senza Età