Furti senza fine ad Ascoli. Continua la preoccupante tendenza

1' di lettura 29/01/2014 - L’ultimo in ordine di tempo è stato quello all’Unitalsi, dove un gruppo di ladri ha portato via una cassa forte che conteneva 5000 euro, ma ad Ascoli l’ondata di furti continua da alcuni mesi e sembra non aver fine. E’ il terzo caso, nel solo mese di gennaio, di furto ai danni di un’associazione di carità o di un’istituzione.

E’ iniziato tutto con il colpo al convento delle suore di Monticelli, dove sono stati sottratti circa 8 mila euro destinati ai bisognosi. In seguito è stata la volta dell’ospedale Mazzoni, dove una rapina compiuta da ignoti ha fruttato 100 mila euro in medicinali ai criminali. Infine l’Unitalsi, nella notte tra domenica 26 e lunedì 27.

A dicembre anche il Comune di Ascoli ricevette la visita di alcuni malviventi che tentarono il colpo all’ufficio economato, ma non trovarono che pochi spiccioli.

Non si può certo parlare di moderni Robin Hood, visto che le vittime di questi ladri sono spesso coloro che cercano di aiutare i bisognosi, per non parlare delle modalità di irruzione, tutt’altro che pulite.

Gli artefici, quasi certamente, non sono gli stessi nei diversi episodi, il che complica le indagini da parte delle Forze dell’Ordine che, al momento, stanno cercando di risalire alle identità dei responsabili.


di Gabriele Ferretti
redazione@vivereascoli.it
 





Questo è un articolo pubblicato il 29-01-2014 alle 19:20 sul giornale del 30 gennaio 2014 - 1287 letture

In questo articolo si parla di cronaca, furti, unitalsi, ascoli piceno, monticelli, suore, ospedale mazzoni, gabriele ferretti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/XJU