Coldiretti Ascoli Fermo, Leandro Grazioli è il nuovo direttore. 'Continueremo la battaglia su Coalac'

2' di lettura 06/03/2014 - La Coldiretti Ascoli Fermo ha un nuovo direttore. Leandro Grazioli è stato nominato alla guida della federazione interprovinciale nel corso del consiglio svoltosi nel capoluogo piceno.

Mantovano, quarantanove anni, sposato con due figli, Grazioli ha ricoperto sino ad oggi l’incarico di direttore della Coldiretti Pesaro Urbino, oltre che di Impresa Verde Emilia Romagna. Prende il posto di Giulio Federici, destinato alla direzione della Coldiretti Caserta.

“Sono contento e orgoglioso di assumere questo incarico in quello che è un po’ il ‘polmone agricolo’ delle Marche – ha sottolineato Grazioli davanti al presidente della Federazione, Paolo Mazzoni, e al vice capo Area Organizzazione e Servizi della Coldiretti nazionale, Antonio Biso - L’impegno è quello di continuare nella strada intrapresa con il progetto della filiera agricola italiana, tutelando le nostre imprese e le produzioni made in Italy. Proseguiremo dunque anche la battaglia sul caso Coalac per difendere allevatori e consumatori rispetto alle scelte fallimentari di un modello di cooperazione che non risponde più ai propri soci”.

Qualche settimana fa proprio Ascoli è stato il teatro di una grande manifestazione con un centinaio di trattori a sostegno della filiera del latte marchigiano. Al direttore uscente, Federici, sono andati i ringraziamenti del presidente Mazzoni e del Consiglio.

Secondo un’elaborazione Coldiretti su dati Istat, le province di Ascoli e Fermo contano oggi 12.200 aziende agricole, di cui 6.800 nell’Ascolano e 6.400 nel Fermano. Vi si produce circa la metà del vino, dell'olio e della frutta marchigiani. In particolare, la superficie coltivata a vite è di 8mila ettari, quella a ulivo di 5.000 ettari, mentre 5.000 sono gli ettari coltivati a frutta e verdura. Trentamila ettari sono invece dedicati alla produzione di cereali, di cui 21mila a grano. Sul fronte della zootecnia, la produzione di latte ammonta a circa 100mila quintali.

Nella foto, Leandro Grazioli e Paolo Mazzoni








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-03-2014 alle 16:13 sul giornale del 07 marzo 2014 - 2424 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, ascoli piceno, coldiretti, coldiretti marche, Leandro Grazioli, coalac

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Zvy





logoEV
logoEV