Taglio unilaterale del salario ai lavoratori Scandolara. UGL preme per il pronunciamento del Tribunale

2' di lettura 11/03/2014 - Da gennaio 2013 la Scandolara Spa ha azzerato tutti gli accordi consolidati e trentennali, stabilendo di pagare solo quanto previsto dal contratto nazionale; a seconda dei settori di inquadramento dei lavoratori, metalmeccanico o gomma plastica, le buste paga sono state falcidiate da 500 euro o 400 euro al mese.

Una tagliola non solo illegittima, ma inumana perché ha posto da gennaio 2013 le famiglie dei 197 lavoratori dipendenti Scandolara in pesantissime difficoltà economiche, per impossibilità ad onorare mutui già in essere, a sostenere figli a scuola; è venuta meno la condizione del vivere dignitosamente e molte famiglie sono state scaraventate sulla soglia della povertà.

Decine di ricorsi di lavoratori, sono stati puntualmente presentati in Tribunale; aumenti salariali consolidati da 30 anni, totalmente consolidati che le voci economiche venivano inserite nel contratto fatto firmare ai nuovi assunti, tagliati in aperta e violenta illegittimità.

Ma tra atti esecutivi e sospensioni; tra entrata a gamba tesa della Scandolara sul tema occupazionale e rinvii procedurali è passato più di un anno senza che sia arrivata una sentenza a ripristinare diritti e salario.

La Scandolara non è interessata ad una veloce sentenza; la sua sentenza l’ha emessa a gennaio 2013 quando ha iniziato a togliere dalla busta paga dei lavoratori tutta la parte economica consolidata ed acquisita. I lavoratori invece, da quella data hanno dovuto subire il taglio prepotente e doloroso del salario, non frutto di una sentenza legittima, ma di una prepotenza aziendale.

Da quel lontano gennaio 2013 i lavoratori della Scandolara sono in continua difficoltà economica. Una giustizia giusta ha necessità di essere veloce; perché è chiamata a dare giustizia ai più deboli, a cui i più forti hanno già tolto salario e diritti.

La Ugl è impegnata e determinata ad accelerare tutti i tempi procedurali perché finalmente si vada al pronunciamento del Tribunale di Ascoli Piceno sull’arbitrario e doloroso taglio delle buste paga dei lavoratori della Scandolara.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-03-2014 alle 10:21 sul giornale del 12 marzo 2014 - 975 letture

In questo articolo si parla di lavoro, ascoli piceno, ugl, taglio stipendi, scandolara

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ZIU





logoEV
logoEV