Violenta la fidanzata legandola al letto: condannato

1' di lettura 13/03/2014 - La legò con nastro e fili, picchiandola e minacciandola di morte, tutto questo per costringerla ad avere rapporti sessuali con lui. E' il crimine di cui è accusato un ascolano di 40 anni ai danni di quella che per un lungo periodo è stata la sua fidanzata.

Ora l'uomo è stato condannato ad 8 anni di carcere.

La donna, anche lei ascolana e quarantenne, all'epoca dei fatti che risalgono al 2007, aveva deciso di lasciarlo, decisione che aveva fatto scoppiare la serie di abusi a cui venne sottoposta.

Infatti, l'episodio in cui venne legata e percossa, fu solo l'ultimo e il più grave, ma le violenze andavano già avanti da tempo. Dopo l'ultimo fatto, la vittima si decise a presentarsi in ospedale per accertare gli abusi e sporgere denuncia.

L'uomo è stato condannato con l'accusa di sequestro di persona, violenza sessuale, violenza privata, lesioni gravi e minacce.


di Gabriele Ferretti
redazione@vivereascoli.it
 





Questo è un articolo pubblicato il 13-03-2014 alle 10:01 sul giornale del 14 marzo 2014 - 1017 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ascoli piceno, violenza sessuale, violenza sulle donne, gabriele ferretti, tribunale di ascoli piceno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ZPT





logoEV
logoEV