Teatro dal carcere, un’inglese arrabbiata per i detenuti del Marino

1' di lettura 23/03/2014 - Un testo durissimo, che non concede nulla alla godibilità, reso in una certa misura comico. Non sdrammatizzato, ma arricchito di dissonanze. E’ questo “Psicosi delle 4.48” della drammaturga inglese Sarah Kane, 28 anni, morta suicida dopo aver completato l’opera, rielaborato dal laboratorio di Lettura e Scrittura del carcere di Marino.

Il testo, che rientra nella scuola drammaturgica degli arrabbiati inglesi, è stato adattato dal Laboratorio e verrà interpretato da quattro detenuti: Piero Renzi (monologo), Antonino Amaddio, Marco Alfonsi e Gianluca Migliaccio (medici-aguzzini-spettri che si aggirano intorno alla figura protagonista).

L’appuntamento è per martedì 25 marzo alle 17.30 presso la libreria Rinascita di Piazza Roma ad Ascoli.

Ingresso libero.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-03-2014 alle 16:26 sul giornale del 24 marzo 2014 - 733 letture

In questo articolo si parla di cultura, ascoli piceno, carcere di marino del tronto, libreria rinascita

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/1ly





logoEV