Castorano: licenziata la cuoca della scuola elementare. Ugl: 'Una mostruosità etica e giuridica'

2' di lettura 24/03/2014 - Il Consiglio di Amministrazione della Cooperativa Sociale Iside ha dichiarato la decadenza da socia della cuoca che presta servizio alla mensa della scuola di Castorano e di fatto la ha licenziata. La Sig.a Profili Anna Maria, cuoca, da venerdì 21/03/2014 è licenziata.

In questi giorni di marzo c’è stato un subbuglio generale dei genitori dei bambini che usufruiscono della mensa nella scuola materna ed elementare del Comune di Castorano. I genitori hanno scoperto che gli alimenti dati ai loro bambini non erano, nella qualità, quelli previsti dal capitolato di appalto; la carne non era marchigiana come previsto in capitolato, ma polacca; le mozzarelle non italiane e consegnate giornalmente ma polacche e così via. Una assemblea infuocata, una accusa alla Cooperativa Sociale Iside, un esposto alla Magistratura.

Certamente è un tema scottante; se la Cooperativa non rispetta il capitolato di appalto sulla qualità dei prodotti alimentari ne ricava un guadagno non legittimo e le mamme dei bambini sicuramente si infuriano perché vedono una speculazione particolarmente odiosa sui loro figli che debbono mangiare prodotti più scadenti.

Ma la cuoca con tutto questo cosa c’entra e perché è stata licenziata! Qualcuno potrebbe pensare che la cuoca avrebbe dovuto far rispettare la qualità dei prodotti e non avendolo fatto è stata mandata via per non averne controllato la qualità. Macché, tutto il contrario. La cuoca si è schierata con i bambini e con i genitori, è andata all’assemblea ed ha detto tutta la verità che sapeva in difesa dei diritti dei bambini ad avere i prodotti di qualità previsti nel capitolato di appalto.

Prendendo questa giusta posizione, la cuoca che è anche socia della Cooperativa Sociale Iside è stata ritenuta non in linea con gli interessi della Cooperativa e quindi espulsa come socia della Cooperativa e licenziata.

Il licenziamento è una autentica vergogna etica e giuridica; primo perché la cuoca tra difesa dell’integrità alimentare dei bambini prevista dal capitolato di appalto ed interessi della Cooperativa deve sempre scegliere la difesa dei bambini; secondo perché tra legalità ed interessi della Cooperativa la scelta va sempre fatta per la legalità.

Comunque la si veda la questione, il licenziamento della Sig.a Profili Anna Maria è sconvolgente, temerario, illegittimo; dimostra purtroppo tutto il degrado di un potere opaco che calpesta legalità e diritti e trasforma la giusta posizione di legalità assunta dalla cuoca come sua inaffidabilità nei confronti degli interessi della Cooperativa di cui è socia. Una autentica mostruosità etica e giuridica.

Il Presidente della Cooperativa Sociale Iside farebbe bene, anche a tutela della stessa immagine della Cooperativa a reintegrare immediatamente la cuoca come socia e come lavoratrice, evitando tutti gli immancabili ricorsi giuridici.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-03-2014 alle 10:47 sul giornale del 25 marzo 2014 - 1761 letture

In questo articolo si parla di lavoro, Castorano, ugl, scuola elementare di castorano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/1ni





logoEV
logoEV