Sabato 10 maggio il primo appuntamento del Festival dell'Appennino

3' di lettura 09/05/2014 - Presentato giovedì durante una conferenza stampa alla presenza del Presidente della Provincia ing. Piero Celani, dell'assessore alla cultura e all'ambiente dott. Andrea Maria Antonini, del Predente del Bim Tronto e del direttore artistico Carlo Alberto Lanciotti, prende il via sabato 10 maggio 2014 il Festival dell'Appennino.

Il primo appuntamento è con il Convegno “Ascoli – Askole: un ponte di solidarietà dall’Appennino al Karakorum a 60 anni dalla conquista italiana del K2” che si svolgerà presso la Sala Docens in Piazza Roma ad Ascoli Piceno (sala sopra alla Libreria Rinascita).

Il convegno è legato all'iniziativa di solidarietà che accompagnerà tutto il Festival dell'Appennino fino alla chiusura del 17 luglio e che vuole contribuire al mantenimento della scuola di Askole, un villaggio situato a 3000 metri di altitudine nel Karakorum e considerata una porta di accesso ad alcune delle montagne più alte del mondo.

Uno degli ospiti del convegno è Stefano Ardito, documentarista e giornalista della RAI, viaggiatore, camminatore e alpinista, che presenterà il suo lavoro “Scienziati sul tetto dell'Asia”.

Ospiti anche il dottor Maurizio Gallo e l'ing. Michele Locatelli. Il primo è responsabile EvK2CNR Pakistan, guida alpina, coordinatore del Concordia Rescue Team (servizio di soccorso del Baltoro) e curatore del Management Plan del Central Karakorum National Park. Locatelli invece è architetto del Politecnico di Milano e ricercatore EvK2CNR. Ha lavorato ad Askoli realizzando la casa museo e uno studio sul patrimonio storico culturale del villaggio. Con la Prof.ssa Arch. Eleonora Bersani e l'architetto Ermes Invernizzi, è il curatore della mostra “Living in Upper Braldo Valley” che sarà inaugurata a chiusura del Convegno presso l'Area Archeologica di Palazzo dei Capitani in Piazza del Popolo e che resterà aperta fino al 18 maggio.

Alle ore 21:00 presso la Chiesa dei SS Vincenzo ed Anastasio ad Ascoli, il Festival dell'Appennino concluderà la sua giornata inaugurale con il concerto “Wild Piano” concerto per piano di Giovanni Granati accompagnato da lupi e falchi. Granati è un artista poliedrico, musicista, danzatore addestratore di falchi e lupi. I rapaci sono stati sempre la sua fonte di ispirazione; i brani che bene si combinano con il volo dei suoi nobili amici, verranno presentati durante il concerto che prevede anche il volo di alcuni rapaci per rendere l'atmosfera ancora più affascinante. I lupi Wolf e Deha saranno presenti per tutta la durata dell'evento.

Domenica 11 maggio il Festival proporrà la sua prima escursione con appuntamento a Rosara alle ore 10:00 per un giornata che si snoderà tra musica, teatro e scultura, ospiti della ex cava Angelini, trasformata dall'artista ascolano Alessandro Virgulti detto Sasso in uno spazio teatrale.

Info: www.festivaldellappennino.it

www.facebook.com/festivaldell.appennino

twitter: @FestAPpennino #seguilfestival



In allegato il programma del Festival.



...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-05-2014 alle 12:52 sul giornale del 10 maggio 2014 - 1150 letture

In questo articolo si parla di attualità, Compagnia dei folli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/3P6