Nel fine settimana torna il Festival dell'Appennino con le tappe a Venarotta e Folignano

3' di lettura 18/06/2014 - Torna il prossimo fine settimana il Festival dell’Appennino con due appuntamenti ricchi di emozioni: sabato 21 giugno 2014, come tradizione del Festival, si festeggerà il Solstizio d’Estate dedicato, quest’anno, alla cultura berbera, domenica 22 giugno, invece, si celebreranno i borghi collinari di ieri e di oggi.

Dopo quello mongolo del 2012 e quello tzigano del 2013, quest'anno il Festival dell'Appennino celebra il giorno più lungo dell'anno sabato 21 giugno a Venarotta dedicandolo ai popoli che, nei loro nomadismi, hanno utilizzato la mappatura celeste per i loro spostamenti. La cultura berbera, posta a cavallo dei rilievi montuosi dell'Atlante nel nord Africa, non prescinde dalle carovaniere del deserto, dai silenti e assolati paesaggi del vuoto e dagli infiniti orizzonti di sabbia. Il deserto è anche simbolo dell'anima, luogo di ritiro per anacoreti e mistici, paesaggio interiore dell'uomo. E allora, di fronte al fantastico scorcio piceno a 360° del crinale che divide la vallata di Palmiano con quella di Venarotta, non poteva mancare un momento di riflessione al tramonto, degustando specialità arabe in attesa del poetico concerto dei ABBES BOUFRIOUA QUINTET.

L’appuntamento per il Solstizio Berbero è per le ore 18 al bivio per Palmiano della strada di Venarotta. In attesa del tramonto, i partecipanti saranno intrattenuti dal viaggio letterario “Il deserto” a cura di Adolfo Morganti per poi degustare ricche prelibatezze arabe a cura del ristorante “Il Viaggio” di Ascoli Piceno.

Alle 21:30 avrà inizio il concerto di musica a cura dei ABBES BOUFRIOUA QUINTET.

Gli organizzatori ricordano che di sera la temperatura potrebbe essere più rigida, per cui si consiglia di portare indumenti idonei.

Il Solstizio Berbero è realizzato grazie alla direzione artistica di Maurizio Serafini e Luciano Monceri.

Domenica 22 giugno torneremo invece a parlare del nostro territorio e degli antichi borghi collinari con una escursione nel Comune di Folignano alla scoperta di “Paesaggi nell’Ascolano”.

Dalle 17:00 sarà possibile ritrovarsi per bus navetta presso Folignano, dietro il Ristorante La Pepita (ex Favola). Alle ore 18:00 è fissata la partenza per l’escursione dalla Chiesa di San Benedetto, durante la quale sarà possibile, durante alcune soste, degustare birra artigianale "Prima Pietra". Dalle 20:00 sarà possibile cenare presso Villa Egidi, dove sarà allestito un punto ristoro in cui verranno offerti menù a prezzi convenzionati con il Festival dell’Appennino.

Dopo la cena sarà presentato dall’autore il libro "Paesaggi nell´Ascolano", lavoro fotografico realizzato da Enzo Morganti con testi di Erminia Tosti Luna.

Alle 21:30 si assisterà allo spettacolo “Il poema dei monti naviganti”. Si tratta di un lavoro nato da un’idea di Roberta Biagiarelli, che lo interpreta insieme a Sandro Fabiani, e tratto dal libro “La leggenda dei monti naviganti” di Paolo Rumiz, Feltrinelli Editore. Roberta Biagiarelli e il regista Alessandro Marinuzzi hanno voluto cogliere il meraviglioso, attento, curioso e intenso percorso fisico e verbale dei viaggi, degli incontri, delle osservazioni del libro di Paolo Rumiz.

Il racconto trova nuove prospettiche dimensioni, e una sintesi scenica che ricrea, davanti agli spettatori e nelle parole e nei corpi vivi degli attori, quelle migliaia e migliaia di chilometri di paesaggio popolato di figure, compiuti ed elaborati nella parola scritta, da celebrarsi come in un grande e giocoso poema epico dei nostri giorni.

Il Festival dell’Appennino è un’iniziativa della Provincia di Ascoli Piceno, realizzato con la collaborazione dell’Associazione Culturale Appennino Up, il patrocinio del Ministero dell’Ambiente.

Info: www.festivaldellappennino.it






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-06-2014 alle 17:23 sul giornale del 19 giugno 2014 - 1401 letture

In questo articolo si parla di cultura, Compagnia dei folli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/538





logoEV