Il consigliere regionale Umberto Trenta presenta un'interrogazione sulla ex Carbon

2' di lettura 25/06/2014 - Poche volte nelle convention e negli incontri istituzionali capita di divertirsi. Il più delle volte autorevoli oratori illustrano alla platea teorie più o meno noiose cui tutti plaudono distaccatamente.

A rendere divertente la Giornata dell’Economia organizzata anche quest’anno dalla Camera di Commercio di Ascoli Piceno, invece, c’è riuscito il consigliere regionale Valeriano Camela il quale, forse per fare una battuta, ha dichiarato che sono in arrivo 20 milioni di euro di Fondi per le Aree Sottoutilizzate (FAS) per il Polo tecnologico ex Carbon di Ascoli Piceno. E’ una battuta, ovviamente.

La legge finanziaria stabilisce l’entità delle risorse annuali destinate al FAS, il CIPE le assegna alle Regioni, le Regioni deliberano il loro effettivo utilizzo. Parliamo di 20 milioni di euro per la ex Carbon, e non, come direbbe Totò, quisquilie e pinzillacchere, di cui nelle pieghe dei bilanci e nelle Delibere della Regione Marche non v’è traccia.

Per maggiore chiarimento e precisione di dati il Consigliere Regionale Umberto Trenta ha presentato oggi in Consiglio Regionale una interrogazione per rendere chiari ed espliciti la quantificazione dei fondi ricevuti dalla Regione Marche ed il loro utilizzo dal 2003 – anno in cui fu istituito il FAS – ad oggi. L’assegnazione dei Fondi per le Aree Sottoutilizzate è una cosa seria; è lo strumento finanziario che deve fare da volano per l’economia di tutte quelle aree del nostro Paese che hanno bisogno di essere meglio amministrate ed organizzate per diventare produttive e per far ripartire l’occupazione.

Parlare di finanziamenti in arrivo ad una collettività che sta vivendo da anni il problema della disoccupazione e che da anni spera di vedere risolto il problema “ex Carbon” con un colpo di spugna pubblico – che non arriva mai – è, oltre che demagogico e populistico, anche scorretto. Dare false speranze è peggior modo di avvicinare i cittadini a quella politica che proprio per le troppe false promesse ha tradito le aspettative della maggioranza silente che disertando le urne manda forti messaggi di scontento.

La politica onesta, fatta di parole chiare e di fatti concreti paga, come dimostra ancora una volta il risultato dell’urna ascolana del 25 maggio.

In allegato il testo dell'interrogazione


da Umberto Trenta
Consigliere Regionale Gruppo Consiliare 'Forza Italia - Pdl'


...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-06-2014 alle 21:54 sul giornale del 26 giugno 2014 - 1135 letture

In questo articolo si parla di politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/6os





logoEV