Quintana 2014: relazione dell’autore del Palio di luglio Giuseppe Solimando

1' di lettura 05/07/2014 - E’ pensiero comune e anche il mio che il cavallo sia la figura più importante della Quintana, esso ispira sentimenti e valori che da sempre ricerchiamo nell’uomo e raramente con successo : eleganza, coraggio, lealtà e fierezza.

Per questo ho voluto che il cavallo fosse la figura predominante nel mio dipinto, stagliandosi quasi in controluce su un paesaggio tipicamente ascolano. In alto al centro è ben visibile la data 1377, ovvero l’anno in cui fu stilato il primo statuto della Quintana. Nella parte inferiore invece un riferimento a San Francesco per onorare le iniziative in suo onore da parte del Comune di Ascoli nell’ambito delle feste agostane.

Inoltre la citazione del console Gaio Aquilo Floro che in occasione della rivolta di Ascoli contro Roma denominò Ascoli “Asculum Caput Gentis”cioè città metropolitana a capo dei popoli.

Sullo sfondo i maggiori monumenti e palazzi ascolani rivisti alla mia maniera come in una visione onirica e infine un dovuto tributo alla musica d’accompagnamento della sfilata e del torneo perché senza il ritmo dei suonatori la Quintana non sarebbe uno spettacolo tanto coinvolgente.

Giuseppe Solimando






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-07-2014 alle 14:03 sul giornale del 07 luglio 2014 - 1267 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, Quintana di Ascoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/6Q2