Poste Italiane, nella provincia ascolana la previdenza integrativa è in forte crescita

Poste Italiane generico 1' di lettura 04/08/2014 - Cresce l’interesse verso soluzioni di previdenza integrativa in provincia di Ascoli Piceno, viste le attuali condizioni del mercato del lavoro e le modifiche introdotte a livello legislativo. Lo dimostrano le sottoscrizioni delle polizze Poste Vita che hanno fatto registrare un forte incremento negli ultimi anni.

Nei 62 uffici postali presenti nell’ascolano, si è passati dalle iniziali 125 polizze del 2005 alle 4.600 risultanti alla fine di maggio di quest’anno, con un trend in costante crescita. Durante lo scorso anno si è registrato un numero di adesioni pari a 21 ogni 1.000 abitanti, un’età media di ingresso di 39 anni e un premio annuo medio versato di circa 840 euro. Con le agevolazioni fiscali, il cliente ha inoltre la possibilità di dedurre dal reddito i versamenti effettuati.

Poste Italiane, attraverso la rete degli uffici postali, intende favorire e sostenere una cultura previdenziale responsabile fra lavoratori dipendenti, autonomi, liberi professionisti, donne e soprattutto fra le nuove generazioni. Dati aggiornati evidenziano infatti che il 25% dei lavoratori non versa i contributi mentre un ulteriore 50% versa importi che non consentiranno il raggiungimento di una pensione adeguata.

Poste Vita è leader nel mercato della previdenza integrativa con più di 620mila iscritti al proprio piano previdenziale. Postaprevidenza Valore è la forma pensionistica complementare più diffusa in Italia con una quota di mercato del 35%. Nel 2013 il mercato assicurativo nazionale ha raccolto 362mila nuove adesioni, di cui 126mila sono state sottoscritte con Poste Vita negli uffici postali.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-08-2014 alle 12:04 sul giornale del 05 agosto 2014 - 1635 letture

In questo articolo si parla di economia, poste italiane

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/70d





logoEV