Eusebi: "Le Marche e i top gun"

paolo eusebi 2' di lettura 03/09/2014 - A prescindere da ciò che racconteranno le scatole nere dei due Tornado dell'Aeronautica militare che si sono schiantati in volo sopra Ascoli Piceno. A prescindere dalle quattro giovani vite spente nella fetta di cielo tra Ascoli, Roccafluvione e Venarotta.

A prescindere dalla dinamica dell’incidente. A prescindere dalle inchieste in atto. A prescindere dal possibile errore umano. Resta sempre e comunque un interrogativo di fondo: quali e quanti aerei si librano e si rincorrono nello spazio aereo marchigiano? E’ un interrogativo legittimo, anzi più che legittimo. Se, infatti,in tarda mattinata o all’imbrunire alzate gli occhi al cielo vedrete scie bianche in ogni dove. Non sono i voli di linea. Sono la coda dei velivoli militari che danno gas sopra le nostre teste, sopra le città delle Marche. Lungo la costa ed ovviamente fra il sistema collinare e la dorsale appenninica.

Probabilmente il cielo delle Marche è da sempre un ottimo ambito di esercitazioni per i top gun dell’aeronautica militare che dobbiamo sempre tutti ringraziare per la professionalità e l'impegno. Dobbiamo saperlo, però. Abbiamo tutto il diritto di conoscere cosa succede sopra di noi. E’ ora che le autorità militari ci informino su quello che qualcuno sa ma che nessuno ci dice.

Ecco perché ho presentato in Consiglio regionale una Interrogazione al Presidente Spacca affinché ufficialmente le Marche chiedano alle autorità militari di conoscere davvero questa realtà purtroppo drammaticamente emersa con una tragedia. Proprio perché dalla conoscenza si possa avere la piena consapevolezza di vivere in una regione senza segreti, dove la collaborazione tra istituzioni e chi è preposto alla nostra difesa e a rappresentarci (e lo fa bene) nelle missioni internazionali, sia leale, sicura e consapevole.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-09-2014 alle 19:55 sul giornale del 04 settembre 2014 - 897 letture

In questo articolo si parla di politica, Paolo Eusebi, consigliere regionale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/9hq





logoEV
logoEV