Prestito d'onore, già finanziate 40 nuove imprese del Piceno. Filiaggi: 'In arrivo una soluzione anche per i dehors'

2' di lettura 12/09/2014 - Sono circa 40 le nuove imprese della provincia di Ascoli Piceno, finanziate da giugno 2013 ad oggi, dal bando del Prestito D'Onore Regionale ed il risultato, nella media di quello delle altre provincie marchigiane è senz'altro positivo e dimostra la validità del progetto percorribile da quanti, soprattutto giovani, inoccupati e disoccupati, intendano iniziare una nuova attività imprenditoriale, pur se possono ancora farlo con il Prestito D'Onore ancora fino al 31 dicembre termine ultimo di presentazione delle domande.

Il dato è stato comunicato con soddisfazione dal dott. Antonio Secchi, referente per la Regione del bando Prestito D'Onore intervenendo all'incontro promosso dalla Confcommercio presso la propria sede ascolana, di concerto con l'Ente Camerale, per rinnovare appunto l'attenzione degli ultimi interessati verso la creazione di nuove imprese, con il sostegno regionale. L'incontro introdotto e coordinato dal direttore Giorgio Fiori e che ancora una volta ha visto una massiccia partecipazione soprattutto di giovani, aveva lo scopo di illustrare nei dettagli il Bando che appunto, oltre alla concessione dei crediti a medio termine (senza garanzie) da 25 a 50 mila euro, a soggetti inoccupati e disoccupati, o in cassa integrazione, di età tra i 18 ed i 60 anni e a donne occupate “over 35”, prevede anche la possibilità di avere affidamenti a tasso zero (invece del 3,20% previsto,) almeno per i residenti nei 17 comuni di competenza del Bim-Tronto, grazie all’impegno economico di questo Ente. E le più puntuali informazioni, dopo i saluti del presidente Confcommercio di Ascoli Ugo Spalvieri e di quello dei Giovani Imprenditori Alessandro Brugni, sono state date all'ampia platea dallo stesso dott. Secchi, da Cristina Panara della Sida Group, da Domenico Luciani Capo Area Banca Marche, da Luigi Contisciani presidente Bim-Tronto e da Roberto Senesi della Fideas il quale ha tra l'altro dettagliato le ulteriori opportunità esistenti per i nuovi imprenditori, attraverso misure europee e regionali come quella della Legge Regionale n° 5 del 2003, riservata alle cooperative.

All'iniziativa di Confcommercio ha preso parte anche l'assessore al commercio del Comune di Ascoli, Alessandro Filiagi che, dopo essersi complimentato con i rappresentanti dell'associazione e tutti i relatori per la lodevole iniziativa, ha sottolineato come la nuova amministrazione comunale è particolarmente attenta ed interessata a sostenere l'avvio in città di nuove imprese e che pertanto si sta facendo carico di individuare, di concerto anche con Confcommercio, tutti gli strumenti e le iniziative per garantire al meglio alle stesse nuove imprese un futuro economicamente dignitoso, tanto che proprio in questi giorni, si sta ragionando per redimere finalmente l'annosa questione dehors e trovare delle adeguate soluzioni che possano garantire ai pubblici esercizi soprattutto del centro storico, di avere degli spazi idonei e dunque introiti adeguati anche nei mesi invernali.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-09-2014 alle 15:55 sul giornale del 13 settembre 2014 - 892 letture

In questo articolo si parla di ascoli piceno, Confcommercio di Ascoli, prestito d'onore

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/9EE





logoEV
logoEV