Calcio: Ascoli-San Marino 1-1, bianconeri spenti raggiunti nel finale

2' di lettura 17/09/2014 - Davanti a 5.000 spettatori, l'Ascoli Picchio non va oltre l'1-1 contro il San Marino. I ragazzi di mister Petrone, passati subito in vantaggio con una punizione di Chiricò, non riescono a chiudere la gara e sullo scadere vengono raggiunti dai bianco-azzurri.

Dopo le vittorie contro Pistoiese e L'Aquila ed il pareggio di Pontedera contro il Tuttocuoio, il Picchio ha l'occasione tra le mura amiche di mantenere la testa della classifica. Si ritorna al classico 4-2-3-1 con Chiricò, Mustacchio e Berrettoni a coadiuvare l'unica punta Perez.

Bianconeri subito in avanti con Chiricò che sfrutta al meglio una punizione dal limite al 7', è subito 1-0. La perla dell'esterno d'attacco sembra dare il via ad una gara in discesa ma la realtà dei fatti è diversa. Al 25', i ragazzi di Rodriguez trovano il pareggio con La Mantia ma la rete viene annullata per fuorigioco. L'Ascoli sembra non avere grandi idee e, come da copione, subentra anche la sfortuna: si fa male Pelagatti, in campo Cinaglia. ll primo tempo si chiude senza grandi emozioni, con i padroni di casa spenti e gli ospiti che si dimostrano meno sprovveduti del previsto.

Comincia la seconda frazione di gioco con il San Marino che va vicino al gol: su calcio d'angolo Fogacci sfiora il palo, paura per Lanni. La reazione dei Piceni sta tutta nel tentativo da lontano di Berrettoni, che impegna decisamente Vivan. Si fa male anche Mori, in campo Gualdi, ma il Picchio non sembra essere lo stesso di inizio campionato. Mustacchio ha una doppia occasione per allungare il vantaggio ma nulla di fatto, poco istanti dopo Berrettoni lascia i suoi in 10 dopo due cartellini gialli, uno per fallo di mano, l'altro per proteste. Nell'ultimo minuto di recupero, gli ospiti trovano il pareggio in mischia: l'arbitro, apparentemente senza un motivo, fa ripetere un angolo e sul secondo tentativo, Casolla trova il gol. Termina il match sul risultato di 1-1, arbitraggio da rivedere, ma non deve essere una scusante: se vogliamo vivere una stagione da protagonisti, le partite vanno chiuse prima.



Tabellino:

ASCOLI: Lanni, Pelagatti (31’pt Cinaglia), Avogadri, Pirrone, Mengoni, Mori (27' st Gualdi), Chiricò (35’st Carpani), Addae, Perez, Berrettoni, Mustacchio. A disp: Ragni, Giovannini, Bangal, Altinier. All. Petrone

SAN MARINO: Vivan, Alvaro Cruz, Russo, Valeriani (47’st Jara Martinez), Fogacci, Ferrero, Demontis (29’st Muntadas), Sensi, La Mantia, Poletti (33’st Casolla), Coto. A disp.: Migani, Bangoura, Miravent, Soligo. All. Rodriguez

Arbitro: Giua di Pisa

Reti: Chiricò (A), Casolla (SM)

Ammoniti: Valeriani, Demontis, Russo, Addae, Berrettoni, Carpani.

Espulso: Berrettoni


di Rocco Bellesi
redazione@vivereascoli.it
 





Questo è un articolo pubblicato il 17-09-2014 alle 23:22 sul giornale del 18 settembre 2014 - 2106 letture

In questo articolo si parla di sport, ascoli calcio, rocco bellesi, ascoli calcio 1898, articolo, ascoli calcio picchio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/9SC





logoEV
logoEV