3BMeteo: Weekend di Primavera sull’Italia, ma domenica sera veloce peggioramento e brusco calo termico

2' di lettura 10/01/2015 - “Sarà un weekend praticamente primaverile su gran parte d’Italia, se non addirittura estivo sulle Alpi occidentali” – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega - “un anticiclone delle Azzorre particolarmente forte piloterà aria eccezionalmente mite in direzione dell’Italia, dove le temperature saranno in forte aumento.

Il picco di questa anomala mitezza è atteso nella giornata di sabato, quando tra Lombardia occidentale, Piemonte e Liguria si potranno raggiungere i 18-20°C ma con picchi anche di 25°C su cuneese e pedemontana piemontese: stiamo parlando di temperature sopra le medie del periodo anche di 15-20°C! Una situazione tanto anomala non si vedeva dal 19 Gennaio 2007 quando si raggiunsero punte di 26-27°C sul Piemonte. Sarà mite anche sul resto del Paese, con massime in genere comprese tra 12 e 17°C, salvo clima un po’ più freddo sulla Valpadana orientale, in particolare tra basso Veneto, Polesine e ferrarese, dove il probabile ristagno di foschie o nebbie potrà mantenere le massime al di sotto dei 10°C”

“Domenica sera è tuttavia atteso un veloce peggioramento” – prosegue l’esperto – “per la discesa di un fronte freddo dal Nord Europa che darà luogo a qualche pioggia o rovescio essenzialmente solo su Nordest, adriatiche ed in generale sulle regioni meridionali; fenomeni sporadici se non del tutto assenti altrove, salvo un po’ di neve sulle Alpi soprattutto di confine in arrivo già nel pomeriggio. Questo peggioramento che colpirà anche Ascoli Piceno avrà però il merito di dare una bella ridimensionata alle temperature, che caleranno in modo brusco e sensibile, perdendo anche oltre 10°C entro domenica notte sotto i colpi della Tramontana e del Maestrale. Il notevole contrasto termico potrà dar luogo tra l’altro a temporali fuori stagione, mentre rovesci di neve torneranno ad interessare a tratti anche le quote collinari dell’Appennino.”

“Lunedì una nuova espansione dell'alta pressione delle Azzorre farà migliorare il tempo rapidamente” - conclude Ferrara – “che ritornerà stabile per qualche giorno. Le correnti più fredde provenienti dal Nord Europa dovrebbero però tornare ad interessare il Mediterraneo da metà del mese, riportando le precipitazioni ma soprattutto scenari meteo-climatici più consoni alla stagione invernale.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-01-2015 alle 12:33 sul giornale del 12 gennaio 2015 - 1069 letture

In questo articolo si parla di attualità, 3bmeteo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/adPw





logoEV