Calcio, Ascoli. Mister Petrone: 'E’ ora che tiriamo fuori gli artigli! - Solidarietà ad Andrea'

3' di lettura 24/01/2015 - Per il resoconto della conferenza stampa di Mister Petrone alla vigilia di Ascoli-Tuttocuoio ci piace iniziare dalla fine, ovvero dal messaggio di solidarietà del tecnico bianconero ad Andrea Ferretti, giornalista in erba, ma prima ancora ragazzo di 18 anni che da più di dieci anni ha preso parte quasi quotidianamente a tutti gli allenamenti dell’Ascoli Calcio prima e dell’Ascoli Picchio da un anno a questa parte:

Sta attraversando un momento difficile e voglio dirgli che siamo tutti con lui, la società e la squadra, Andrea è un ragazzo dei nostri e lo aspettiamo alla prossima partita in casa; vorrei trasmettergli un po’ di grinta e fargli sapere che l’Ascoli ha bisogno anche di lui; è un ragazzo serio, intelligente e noi lo aspettiamo davvero con tutto il cuore, gli rivolgiamo tutti i nostri auguri per una pronta guarigione”.

Ed ora le dichiarazioni dell’allenatore sul match di domenica:

Sono convinto che i ragazzi forniranno una grande prestazione, voglio vedere aggressività e temperamento, deve cambiare l’atteggiamento visto a L’Aquila, è ora che questo gruppo tiri fuori gli artigli dal 1’ al 95’. Ora bisogna uscir fuori caratterialmente e imprimere sull’avversario tutte le nostre potenzialità. Alvini è un amico e ha sempre parole positive nei confronti dell’Ascoli e di Ascoli, ma so, attraverso le parole del suo addetto stampa in un’intervista rilasciata qualche giorno fa, che sta preparando la partita della vita, quindi è giusto che i miei ragazzi lo sappiano e si preparino mentalmente alla sfida.

E’ sotto l’aspetto della cattiveria che non abbiamo dato continuità e dove siamo stati carenti. E’ vero che a volte ci dimentichiamo che siamo ad Ascoli e non tutti i ragazzi riescono a reggere l’impatto emotivo, ma è anche vero che le motivazioni che ti dà una piazza come Ascoli e lavorare in una società come l’Ascoli sono fortissime.

Grassi? Ben venga il suo aiuto, sono contentissimo del suo arrivo così come lo è la squadra, che si è arricchita di un elemento che è meglio avere con noi che da avversario. C’era la possibilità di prenderlo e l’ho subito avallata, dà la giusta concorrenza al reparto. Tutti ormai sanno che non sono per il calcio “vintage”, attendista, fondato sulle ripartenze e le staffette fra giocatori, quindi per il nostro scacchiere uno come lui è ideale.

Strategie di mercato? Del mercato non parlo, dico solo che ad agosto scorso con la Società ci eravamo ripromessi di fare a gennaio il punto della situazione e apportare le modifiche necessarie all’organico; qui ad Ascoli è stato fatto un progetto triennale e per vincere il campionato devi avere sempre un organico al top, cosa che nell’ultimo periodo, causa infortuni o anche la semplice influenza di Berrettoni nella settimana precedente L’Aquila, non abbiamo avuto".



Foto: profilo Facebook ufficiale Ascoli Picchio.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-01-2015 alle 15:19 sul giornale del 24 gennaio 2015 - 1674 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, ascoli, ascoli calcio, ascoli calcio 1898

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aerR