Ugl, nessuna indennità di mobilità dall'INPS per i lavoratori ex Edilizia e Servizi

1' di lettura 13/02/2015 - La UGL ha inviato in data 03/02/2015 una precisa richiesta al Direttore dell’INPS per il pagamento della indennità di mobilità ai lavoratori ex Edilizia e Servizi riassunti in OCMA con sentenza esecutiva del Giudice del Lavoro di Ascoli Piceno.

E’ del tutto evidente che l’INPS, che ha in mano la sentenza esecutiva e dopo che il Centro per L’Impiego ha formalmente comunicato ai lavoratori il loro passaggio nelle liste di mobilità, debba liquidare la indennità mensile di mobilità . Il diritto c’è e basterebbe solo quello ad esigere il pagamento della indennità di mobilità ai lavoratori; ma ci sono oltre tutto le difficili condizioni umane, familiari ed economiche in cui versano alcuni lavoratori che non percepiscono da tempo il sostegno al reddito.

L’INPS non si può nascondere dietro pastoie burocratiche per ritardare il più possibile il pagamento dell’indennità di mobilità; ci sono alcuni settori di questa società che vivono una condizione economica drammatica; siamo seduti su una polveriera sociale.

L’INPS non dimentichi questa situazione, prima che qualcuno perdi la pazienza.

In allegato il pdf con la lettera inviata da Ugl al direttore dell'INPS



...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-02-2015 alle 13:29 sul giornale del 14 febbraio 2015 - 1159 letture

In questo articolo si parla di lavoro, ugl

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/afmq