SEI IN > VIVERE ASCOLI > LAVORO
comunicato stampa

Ex Edilizia e Servizi, scontro sulla Cigs tra UGL e INPS

1' di lettura
858

Forte contestazione con l’INPS per il pagamento CIGS Luglio/Novembre 2014; in mezzo a farne le spese i lavoratori della ex EDILIZIA E SERVIZI che in base ad una sentenza del Giudice sono stati riassunti in OCMA attualmente in Curatela Fallimentare.

Materia del contenzioso il recupero da parte dell’INPS di disoccupazione pagata il cui diritto viene meno per la ricostruzione de rapporto di lavoro in OCMA.

Nessuno contesta all’INPS, accertata l’esattezza delle somme richieste, il diritto a recuperarle direttamente su ogni singolo lavoratore; ma il recupero va effettuato nei limiti della soglia di 1/5 mensile delle somme da erogare.

L’INPS non può assolutamente conguagliare l’intera CIGS che deve erogare da Luglio a Novembre 2014, lasciando i lavoratori senza reddito.

Avute notizie informali in tal senso, la UGL ha preso carta e penna ed ha scritto il 20/04/2015 al Direttore INPS di Ascoli Piceno la lettera avente per oggetto “pagamento CIGS lavoratori OCMA ex EDILIZIA E SERVIZI, pignorabilità nei limiti di 1/5 dell’ammontare. Diffida ad operare trattenute oltre tale soglia”.

Pensate che l’INPS abbia risposto?! Macché; sollecitazioni sono state effettuate ma risposte non sono arrivate; intanto i lavoratori non hanno ricevuto neanche un euro di CIGS per il periodo Luglio/Novembre 2014.

L’INPS pensa solo a fare cassa; e dal momento che è anche Ente diretto erogatore, la vuole fare da padrona; in maniera selvaggia fuori dalle regole e trapassando precisi riferimenti legislativi.

Certamente è piena di ricorsi e di cause; ma deve pensare che i lavoratori si possono anche arrabbiare.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-05-2015 alle 10:51 sul giornale del 16 maggio 2015 - 858 letture