Calcio: Castignano e Offida si dividono la posta in palio

3' di lettura 05/10/2015 - La capolista Castignano e l’Offida si dividono la posta in palio al Comunale, quest’oggi gremito per il sentitissimo derby tra i due paesi distanti solo 6 km. Mister Di Lorenzo, costretto a rinunciare agli infortunati Spina, Massetti e Pallotta, presenta Addarii come unico riferimento offensivo con Vannicola e Camilli larghi ai lati; partita speciale per Carfagna, offidano doc ed ex capitano del sodalizio rossoblù per molte stagioni.

Offida di Mister Aloisi che si presenta con un 4-2-3-1 con Pica terminale offensivo imbeccato da Manni, Giudici e Castorani; Ivano Aloisi è il regista basso. A sorpresa partono forte gli ospiti che si fanno subito pericolosi dalle parti di Berardini con Pica ma l’estremo difensore biancorosso riesce a sventare il pericolo. Ancora gli ospiti vicini al gol all’8’ con una punizione di Aloisi che Berardini alza sopra la traversa ed al 12’ ancora Berardini è miracoloso su un colpo di testa di Castorani dall’interno dell’area piccola. Il Castignano del 1°t, inspiegabilmente remissivo, è tutto in un contropiede di Camilli sul cui traversone arriva di poco in ritardo un evanescente Addarii. Mister Di Lorenzo negli spogliatoi scuote la squadra e decide di dare più peso all’attacco biancorosso di fatti inserisce subito Gianluca Di Lorenzo per Rossetti, con Camilli che retrocede terzino ed Amadio che si piazza al fianco di Carfagna.

La mossa paga perché nella ripresa il Castignano sembra completamente un’altra squadra che costringe l’Offida a chiudersi nella propria metà campo per contenere le folate offensive locali. Al 54’ l’episodio che potrebbe cambiare la gara: grande giocata di Addarii che s’infila tra i centrali ospiti venendo poi atterrato in area dall’intervento disperato di Scarpetti con il sig. Picchio che fischia giustamente il rigore al Castignano. Dal dischetto però lo stesso Addarii conferma la sua giornata poco fortunata e si fa ipnotizzare da Moretti che indovina l’angolo salvando l’Offida dal vantaggio locale. Attacca a testa bassa il Castignano che crede comunque alla vittoria ma all’85’ Vannicola, autore di un bello spunto personale, è poco preciso e da buona posizione calcia alto. Il Castignano ci prova fino alla fine ma la gara non si sblocca e termina dunque con uno 0-0 tutto sommato giusto per quanto visto in campo dove in pratica si è giocato un tempo a testa; di certo è forte il rammarico biancorosso per la grossa occasione sciupata da Addarii che avrebbe consegnato (forse) la vittoria ai locali.

Migliore in campo senza dubbio Amadio del Castignano, autentico muro difensivo, impenetrabile per gli attaccanti ospiti. Prossima partita sabato 10 ottobre alle h 15:30 in casa della Real Virtus Pagliare, quest’oggi uscita indenne dal difficile campo della New Generation.

CASTIGNANO: Berardini, Amadio, Angelini, Di Buò (77’ Massi), Carfagna, Rossetti (46’ G. Di Lorenzo), Camilli, A. Di Lorenzo, Addarii (90’ Capriotti), Vannicola, Rossi. All: Oliviero Di Lorenzo
OFFIDA: Moretti, Vagnoni, Catalini, I. Aloisi, Luzi (86’ Straccia), Scarpetti, Vignoni, Manni, Pica (71’ Cocci), Giudici, Castorani (81’ Etem). All: Giovanni Aloisi
Arbitro: Picchio di Macerata 7
Note: Spettatori 350 circa. Al 54’ Moretti (O) para rigore ad Addarii (C).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-10-2015 alle 18:32 sul giornale del 06 ottobre 2015 - 1241 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, castignano, Polisportiva Castignano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aoRK





logoEV