Partito Democratico: soddisfazione per la positiva conclusione della vicenda dell’Istituto Spontini'

Bandiera Partito democratico 3' di lettura 06/10/2015 - Il Partito Democratico di Ascoli esprime tutta la sua soddisfazione per la positiva conclusione della “telenovela” relativa all’Istituto Spontini nel modo da sempre auspicato: oggi l’Assemblea consortile - presenti Comune e Provincia- ha sancito la prosecuzione dei Corsi e delle attività culturali attinenti per l’anno 2015-2016.

Gli allarmismi che spuntano da due anni a fine Agosto creando fibrillazioni prive di consistenza nel periodo delle iscrizioni per fortuna non hanno prodotto risultati; l’obiettivo del proseguimento dell’attività è stato centrato grazie alla fattiva collaborazione dei due enti consorziati, Provincia e Comune di Ascoli. Ciascuno ha garantito all’Istituto quanto dovuto a tutto il 2015; il Comune ha garantito di saldare tutto il pregresso ancora non pagato relativo al 2013 e al 2014 e la quota ancora non pagata del 2015. La Provincia, che con l’Amministrazione D’Erasmo aveva saldato ogni debito pregresso, neppure inserito in bilancio dalla precedente Amministrazione, si è impegnato a versare la quota 2015, non appena approvato il Bilancio.
Nessuno ha preso in carico gli impegni di altri. Ciascuno ha fattodoverosamente il suo.

E’ puerile giocare a fare i Salvatori della Patria dopo aver seminato incertezza e nervosismi per un anno intero. Non è dei meriti più o meno reali di un personaggio politico in cerca di strapuntini su cui pavoneggiarsi che si sta parlando, ma dell’offerta culturale della città. Che tutti abbiamo contribuito a salvaguardare.
L’impegno provinciale, per motivi di legge, nel 2016 si conclude visto che le competenzeterritoriali sulla cultura passeranno alla Regione. Il PD si attiverà affinchè nella prossima identità costitutiva dello Spontini il ruolo territoriale venga garantito dal coinvolgimento dell’Ente regionale, auspicato più volte anche dall’Amministrazione Comunale che crede,come noi, nelle potenzialità dell’Istituto e nella sua dimensione extracittadina.

La partecipazione pubblica di più Enti, con il coinvolgimento di Privati e di altre associazioni culturali locali, è garanzia di servizio di qualità. Solo chi vuole la fine di questa Istituzione può augurarsi il contrario.

Durante il prossimo anno sarà nostro impegno politico lavorare affinchè l’Istituto Spontini trovi la strada migliore per rinnovarsi mantenendo il livello di qualità da tutti riconosciuto.
Siamo anche soddisfatti perché anche il Sindaco Castelli si sia finalmente persuaso della necessità del lavoro istituzionale di concerto tra i vari Enti, superando i campanilismi di fazione da cui qualche volta è tentato.

Si può fare di più e meglio, e il PD lavorerà perché la città Ascoli superi sempre di più la tendenza a isolarsi e a chiudersi di cui qualche volta la si accusa, riprendendo l’autorevolezza e la centralità che merita all’interno di tutto il territorio provinciale.

La vicenda Spontini è solo un primo esempio di questa buona pratica politica.
Massimo Gaspari, Segretario Comunale
Francesco Ameli, Capogruppo consiliare PD
Valentina Bellini, Consigliera provinciale


da Partito Democratico - Ascoli Piceno





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-10-2015 alle 17:37 sul giornale del 07 ottobre 2015 - 1250 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, ascoli piceno, pd

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aoUq





logoEV