Calcio: termina 1-1 tra Castignano e Palmense

3' di lettura 20/10/2015 - Beffa atroce per il Castignano che domina il big match contro una quotata Palmense, quasi mai pericolosa dalle parti di Berardini e che grazie ad un rigore dubbio molto contestato dai locali, riesce ad agguantare un pareggio immeritato per quanto fatto vedere dagli ospiti nell’arco dei 90’.

Mister Di Lorenzo, costretto ancora a rinunciare agli acciaccati Pallotta e Massetti e con G. Di Lorenzo e Rossetti a mezzo servizio, opta per un 4-3-3 con l’ex di turno Addarii come riferimento offensivo e Camilli e Vannicola larghi ai suoi lati, in difesa Massi fa il suo esordio dal 1’ con Amadio che si piazza di fianco a Carfagna.

La Palmense di Cipolletta, regina del mercato estivo visti i numerosi acquisti di categoria superiore effettuati, si presenta con uno speculare 4-3-3 con Troli a fare legna in mezzo al campo ed il tridente pesante Raffaeli – Cacciatori (ex Monticelli) – Goglia in avanti, pronto a creare grattacapi alla retroguardia castignanese. Primo tempo sostanzialmente di studio ma è il Castignano a rendersi più pericoloso prima con un tiro da fuori di F. Angelini al 25’ poi con una bella azione personale di Addarii al 43’, conclusa di poco a lato.

La Palmense è tutta in una punizione dal limite di Marcatili al 28’, ben bloccata da Berardini. Nella ripresa il Castignano, guidato da un Di Buò sontuoso a centrocampo, parte determinato nel cercare di sbloccare la gara ed al 53’ Addarii, servito dall’onnipresente Di Buò, impegna severamente Camaioni con un sinistro ad incrociare, ma il portiere ospite è bravo a salvare i suoi. Poco male perché il Castignano sblocca meritatamente il risultato al 55’: cross di A. Di Lorenzo in area di rigore, Cipolloni sbaglia il tempo dello stacco ed alle sue spalle spunta Addarii che con un preciso tiro al volo fredda Camaioni sul proprio palo, per il più classico dei “gol dell’ex” e per la gioia del numeroso pubblico biancorosso.

La partita sembra completamente in mano dei locali e Cipolletta le prova tutte inserendo anche P. Angelini per uno spento Raffaeli ma al 70’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la Palmense beneficia di un regalo della signorina Gagliardi, che punisce un tocco di mano di Amadio su cross di Goglia; è rigore, contestatissimo dai locali anche perché appena un istante prima c’era un vistoso fallo in attacco di Cipolloni su A. Di Lorenzo, non ravvisato però dall’arbitro. Berardini intuisce ma sfiora solamente il penalty di Mentili che dunque con il minimo sforzo fa 1-1 al 71’. Il Castignano però non si perde d’animo ed al 78’ ancora Di Buò (il migliore in campo assoluto) supera come birilli i difensori ospiti, filando via in dribbling per 40 metri palla al piede, per servire poi l’accorrente Camilli che spreca un’occasione colossale, calciando fuori dall’interno dell’area di rigore a Camaioni battuto; peccato per l’esito ma applausi a scena aperta per la grande azione costruita dai biancorossi.

All’82’ poi viene espulso Amadio per un’ingenua doppia ammonizione ma gli ospiti, con l’uomo in più, produrranno solo un tiro da 30 metri di Di Paolo che non impensierisce minimamente Berardini. Finisce dunque 1-1 con i locali che recriminano in quanto avrebbero meritato ampiamente la vittoria per quanto fatto vedere in campo; ospiti che invece si portano a casa un punto insperato e decisamente non meritato, nonostante i grandi nomi schierati in campo. Prossimo appuntamento per i biancorossi sarà mercoledì 21 ottobre in casa della Real Virtus Pagliare dove alle h 20:30 si recupererà il match della 5.a giornata rinviata per maltempo sabato scorso.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-10-2015 alle 16:16 sul giornale del 21 ottobre 2015 - 1207 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, castignano, Polisportiva Castignano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aprh