Stella Maris, Ugl: '6 mensilità arretrate. Una condizione inaccettabile'

ugl generico 2' di lettura 20/04/2016 - L’INPS, la Proprietà della casa di Cura Stella Maris, l’ASUR Area Vasta 5 ed il Giudice Delegato del Tribunale hanno in mano il pallino delle 6 mensilità arretrate dei lavoratori e del domani dello stesso stabilimento sanitario.

Innanzitutto l’INPS che sta bloccando le risorse finanziarie che sono disponibili, in capo all’ASUR Area Vasta 5, azzerando economicamente i 90 dipendenti e le loro famiglie e producendo la morte cerebrale della stessa struttura Sanitaria. Come OO.SS. siamo al bivio tra costruire o radicalizzare le scelte; è ovvio che la dichiarazione di sciopero, certamente giusta e legittima, aprirebbe strade di non ritorno. In Prefettura avevamo costruito un accordo equilibrato e possibile, calato dentro la procedura concorsuale che ridava un po’ di ossigeno ai lavoratori e manteneva la qualità dei servizi nella struttura sanitaria. Quello che responsabilmente abbiamo tentato di costruire sembra oggi destinato a saltare per aria.

L’INPS, per la UGL in maniera delittuosa, ha puntato i piedi con la sua interpretazione del DURC e gli altri soggetti decisionali sembrano osservare impotenti questo disfacimento. Eppure non ci troviamo di fronte ad una fabbrica che non ha più né mercato né liquidità; ma siamo in presenza di una struttura Sanitaria con accredito pubblico e liquidità per prestazioni sanitarie rese e pronte alla riscossione. Una “anomalia” che ove rimossa consentirebbe di pagare alcune mensilità arretate ai lavoratori e riportare serenità , continuità aziendale e livello dei servizi resi. In questi momenti febbrili, la UGL rimane proiettata verso la soluzione costruita con l’accordo del 30/03/2016 firmato in Prefettura.

I tempi a disposizione per questa soluzione positiva, però sono sempre più stretti; e per praticarla è necessario uscire dal pantano di veti ed impotenze, maggiormente incrostati per la presenza di una procedura Concordataria. I diritti dei lavoratori della Stella Maris, con 6 mensilità in arretato, vengono purtroppo considerati un’appendice al disquisire di se e di ma.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-04-2016 alle 17:45 sul giornale del 21 aprile 2016 - 886 letture

In questo articolo si parla di attualità, stella maris, ugl

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/av7m





logoEV