L'ugl interviene sulla questione Haemonetics

ugl generico 1' di lettura 03/06/2016 - IL G.O.T. del Tribunale di Ascoli Piceno sez. lavoro, a scioglimento della riserva assunta all’udienza del 25-5-2016 “ritenuto che la causa sia matura per la decisione, fissa per la discussione l’udienza del 09-11-2016 ore 12,00”.

Francamente rimaniamo di stucco; un rinvio per la discussione finale da qui a sei mesi.
Ma ci domandiamo: è cosi difficile condannare una Multinazionale che ha chiuso una fabbrica, l’unica in Italia, e ha licenziato 187 lavoratori ?! Ascoli Piceno per Haemonetics è un porto franco ?! Un porto dove poter fare e disfare con salvacondotto?!

Ci rifiutiamo di credere che alla Haemonetics, che ha utilizzato leggi italiane per prendere….. (vedi i soldi pagati dal contribuente italiano per i contratti di solidarietà), quando va via gli si permetta di non rispettare le leggi italiane.

L’atteggiamento anti sindacale della Haemonetics, l’accusa con cui la UGL l’ha portata in Tribunale, violazione dell’art. 28 legge 300, è talmente evidente che anche un cieco lo vedrebbe. Le intercettazioni ambientali sbobinate e trascritte parlano da sole; e sono intercettazioni di qualche giorno; ma già danno tutto il livello di intensità con cui la Haemonetics ha colpito la UGL e la RSU.
Pazienza; confidiamo nella Giustizia; aspetteremo questi altri sei mesi attendendo sulla riva del fiume.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-06-2016 alle 20:28 sul giornale del 04 giugno 2016 - 1489 letture

In questo articolo si parla di attualità, ugl

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/axI5