Arquata del Tronto: Zona Rossa, 'Un appello per la messa in sicurezza rapida degli edifici'

1' di lettura 28/09/2016 - La gestione del post-terremoto ha affrontato con efficacia ed in modo rapido in questo mese le emergenze che si erano determinate nel comune di Arquata del Tronto.

Ragionevolmente gli interventi in una prima fase si sono potuti occupare meno delle zone più danneggiate, come la zona rossa del centro di Arquata. Purtroppo, però, a distanza di un mese dal terremoto, questa situazione sembra destinata a perdurare , rischiando così di aggravare ulteriormente la situazione nell'area e i futuri costi di ricostruzione.

Le notizie che abbiamo sono che il piano di rimozione delle macerie non sarà avviato prima di 30 giorni e questo ritarderà non solo la messa in sicurezza degli edifici, ma anche la predisposizione dei necessari interventi di contrasto degli effetti del maltempo ( teloni e protezioni varie ) per le case ancora in piedi, seppur danneggiate.

La pioggia e la neve non possono che ampliare i danni finora avuti. Il nostro Appello è quello di avviare anche nella zona rossa le prime fasi degli interventi e di anticipare il più possibile i tempi dello sgombero dei detriti e la messa in sicurezza, per non rendere ancora più difficile e costosa, se non addirittura impossibile, la ricostruzione del Centro Storico di Arquata del Tronto.

Seguono le 79 adesioni all'appello.



...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-09-2016 alle 21:00 sul giornale del 29 settembre 2016 - 875 letture

In questo articolo si parla di attualità, terremoto, cittadini, Arquata del Tronto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aBH9





logoEV