Organici scolastici dei comuni del cratere, assessore Bravi: “Mantenere i presidi"

Loretta Bravi 14/09/2017 - “La volontà della Giunta regionale è stata quella di mantenere i presìdi scolastici per porre le condizioni del ripopolamento dei centri colpiti. Negli incontri promossi dalla Regione con l’Ufficio scolastico regionale (Usr), i sindaci e le parti sociali è stato ricostruito l’intero fabbisogno e definiti i criteri di ripartizione delle risorse umane messe a disposizione”.

È quanto afferma l’assessore all’Istruzione, Loretta Bravi, in merito all’ampliamento dell’organico (docenti-Ata) nelle zone colpite dal sisma, in fase di perfezionamento da parte dell’Usr.

“Con determinazione, nei limiti dell’organico e delle risorse aggiuntive messe a disposizione dal Ministero - prosegue la Bravi - la Regione ha rappresentato all’Ufficio scolastico la situazione capillare, comune per comune, scuola per scuola; la valutazione è stata difficile ma positiva, rispondente ai criteri di priorità condivisi con l’Usr. Abbiamo suggerito di utilizzare, già da ora, quasi per intero, l’organico a disposizione, al fine di favorire un’adeguata offerta formativa, lasciando alcune risorse umane in previsione del rientro di altre famiglie. Per ora stiamo verificando il rientro a: Montegallo, Pieve Torina, Montemonaco, Montefalcone Appennino e Montalto per avere un incremento di organico su richiesta esplicita. Particolare attenzione è stata posta alle scuole dell’infanzia, al ripristino del tempo normale, al fine di sostenere le famiglie. Vorrei ribadire la preziosità dell’attenzione che la Ministra Fedeli ha dedicato alla nostra Regione e la sua continua collaborazione”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-09-2017 alle 15:14 sul giornale del 15 settembre 2017 - 204 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, regione marche, sisma

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aM2z