Castignano: prosegue il cammino verso Rifiuti zero

22/10/2017 - Studenti, insegnanti, volontari, amministrazione comunale e gestore dei ciclo dei rifiuti: tutti insieme per migliorare la qualità dell’ambiente e la vivibilità del nostro territorio, in un vero gioco di squadra!

Dopo l’adozione da parte del Comune di Castignano – primo Comune della Provincia di Ascoli Piceno – della delibera verso la Strategia rifiuti zero, sabato 21 ottobre i ragazzi della Scuola media di Castignano hanno visitato gli impianti per il trattamento e il recupero dei rifiuti di Relluce e Spinetoli.

Nell’ambito di un progetto scolastico di educazione ambientale, che ha già visto gli studenti delle scuole medie partecipare ad uno spettacolo contro l’inquinamento dei mari, realizzare una mostra di disegni sui rifiuti e svolgere giochi a tema in piazza per imparare a differnziare meglio, la visita intendeva mostrare ai ragazzi come si possono recuperare i materiali che differenziamo e riutilizzare materie prime preziose.

I ragazzi, con il loro entusiasmo e la loro capacità di vedere le cose da un diverso punto di vista, ci possono insegnare nuovi modi per ridurre i rifiuti, riusare vecchi oggetti che abbiamo abbandonato e differenziare meglio le cose che non usiamo più. Con il loro aiuto si possono inventare giochi, opere d’arte e nuovi oggetti.

Alla visita hanno partecipato i membri dell’Osservatorio rifiuti zero, costituito lo scorso anno come strumento del Comune di Castignano per realizzare la Strategia rifiuti zero, ridurre il conferimento in discarica e intraprendere la strada dell’uso sostenibile delle risorse, a partire da quelle presenti nel cassonetto.

I ragazzi sono stati accompagnati dai volontari che gestiscono l’Ecosportello, nato lo scorso mese di maggio per dare informazioni sul servizio di raccolta dei rifiuti, recepire le segnalazioni e i suggerimenti dei cittadini, risolvere i problemi di natura ambientale. Anche per i volontari questa visita fa parte di un percorso formativo volto a migliorare la loro capacità di risposta ai cittadini, attraverso la verifica di cosa possiamo fare concretamente per facilitare il recupero dei rifiuti.

Nei prossimi mesi anche i bambini delle scuole elementari saranno coinvolti in un progetto scolastico per imparare a riconoscere i rifiuti e a differenziarli.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-10-2017 alle 10:53 sul giornale del 23 ottobre 2017 - 280 letture

In questo articolo si parla di attualità, Marche rifiuti zero

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aOdl