Lavoro, Brignone (Pos): "Nuovo governo inizia con 800 licenziamenti alla Whirpool?"

whirpool corporation 1' di lettura 18/05/2018 - "C'è un problema, molto serio, che va affrontato prima possibile, al di là del lunare dibattito sull'alleanza pentaleghista: parlo del destino dei lavoratori della Whirpool.

Al ministero dello Sviluppo economico c'è stato un incontro in cui il governo in carica ha passato la palla al prossimo esecutivo per quanto riguarda il rinnovo della cassa integrazione dal 2019. La legge c'è: basterebbe solo rifinanziarla. Ma l'impressione è che il futuro governo non rifinanzierà gli ammortizzatori sociali. E questo porterebbe l'azienda al licenziamento di 772 persone dall'1 gennaio 2019".

Lo dichiara la segretaria di Possibile, Beatrice Brignone, in merito alla vertenza per salvaguardare quei posti di lavoro, annunciando una interrogazione parlamentare a firma di Luca Pastorino, deputato di Possibile eletto con Liberi e uguali.

"Il fantasioso contratto elaborato dal SalviMaio - aggiunge Brignone - è pieno zeppo di propositi miracolistici. Noi preferiamo restare sulla terra, parlando di cose concrete e individuando soluzioni a portata di mano: quali sono le intenzioni rispetto alla cassa integrazione di questi lavoratori?".


da Beatrice Brignone
segretaria nazionale Possibile


 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-05-2018 alle 20:20 sul giornale del 19 maggio 2018 - 139 letture

In questo articolo si parla di politica, beatrice brignone, whirpool, possibile, Comitato Possibile Massimo Max Fanelli





logoEV
logoEV