Elettroresin, UGL: "Programmato sciopero. E' ora di definire un contratto dignitoso"

sciopero 1' di lettura 11/07/2019 - La RSU Elettroresin, la nuova RSU eletta a metà giugno, ha inviato come primo atto una specifica richiesta al Presidente del Consiglio di Amministrazione della Elettroresin chiedendo un incontro urgente; obbiettivo uscire dall’impantanamento sul contratto integrativo aziendale.

Dopo mesi di trattative e di lungaggini è ora finalmente di andare a definire un contratto dignitoso; lo chiedono i lavoratori, lo chiede la RSU, lo chiede la UGL, per indici economici di produttività aziendale e per equo riconoscimento normativo ed economico di tutti i lavoratori.

La Elettroresin non ha dato alcuna risposta alla richiesta della RSU; non ha fissato alcun incontro.

Sollecitata dalla UGL ha lasciato cadere la questione; una chiusura di fatto al contratto integrativo aziendale.

Pronta ed immediata la risposta della UGL e della RSU con la proclamazione di due ore di sciopero, a fine turno, per il 12, il 19 e il 26 luglio.

C’è sconcerto ed indignazione fra i lavoratori; le lungaggini, le continue condizioni vincolanti che la Elettroresin pone per fare il contratto integrativo, lasciano trasparire il no dell’azienda al contratto; chiedendo nel contempo ai lavoratori un grosso impegno partecipativo e produttivo allo sviluppo aziendale, ma negando loro ogni riconoscimento economico.

Questa situazione di stallo che penalizza terribilmente i lavoratori va rimossa e superata e non può più trovare la pazienza della UGL e della RSU.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-07-2019 alle 15:18 sul giornale del 12 luglio 2019 - 233 letture

In questo articolo si parla di attualità, sciopero, ascoli, ugl, ugl ascoli, elettroresin

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a9xu