Amandola, il Tartufo dei Sibillini protagonista a Miami. Bottura ambasciatore con i più grandi chef del mondo

2' di lettura 04/12/2019 - Pioggia di stelle per il tartufo dei Sibillini protagonista della cena di beneficenza realizzata da quattro chef più grandi del mondo a favore della "Food For Soul" organizzazione no-profit.

Il Tartufo dei Sibillini è sbarcato a Miami negli Stati Uniti. La preziosa eccellenza delle montagne Picene e Fermane ha avuto una straordinaria vetrina partecipando alla cena di beneficenza più grande del mondo che si è svolta domenica sera 1 dicembre a Miami con quattro chef stellati, tra cui Massimo Bottura, che ha arricchito i suoi tortellini in crema di parmigiano con il Tartufo Bianco Pregiato proveniente dai Monti Sibillini e da Amandola. Parte del ricavato della cena è stato devoluto a Food for Soul, l’organizzazione non – profit fondata da Massimo Bottura e Lara Gilmore, per ridurre lo spreco alimentare e incoraggiare l’inclusione sociale.

Come noto, Bottura è stato protagonista nei giorni scorsi di un evento ad Amandola nell’ambito del progetto Il Tartufo dei Sibillini, sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, nell’ambito del Masterplan Terremoto, il bando che ha finanziato diversi progetti di rinascita dei territori colpiti dal violento sisma del 2016.

Il grande Chef Bottura ha voluto contribuire alla rinascita del nostro territorio montano in accordo con il Comune di Amandola e la Tuber Communications, offrendo al Tartufo dei Sibillini una vetrina straordinaria come appunto la cena “Once Upon a Kitchen”, un’esperienza sensoriale senza precedenti, che si è tenuta domenica 1 dicembre al New World Center di Miami Beach. Oltre a Chef Bottura, gli altri chef coinvolti sono stati Mauro Colagreco, del ristorante Mirazur di Menton (Francia), designato dalla World’s Best Restaurant, la classifica dei ristoranti più influenti al mondo, miglior ristorante del 2019, Alex Atala, chef brasiliano del ristorante D.O.M di San Paolo e Antonio Bachour, pasticciere statunitense tra i più famosi al mondo. Insomma una vera e propria parata di stelle che da Amandola ha tenuto a battesimo questa prima uscita ufficiale del "Tartufo dei Sibillini" in terra statunitense.

Nell’ambito del progetto della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno il tartufo bianco pregiato è stato offerto dall’azienda Angellozzi Tartuficoltura di Roccafluvione, tra l’altro partner del progetto Il Tartufo dei Sibillini, il cui titolare Emidio Angellozzi è tra gli esperti di tartufo più conosciuti al mondo.

Nelle foto, Vanda Angellozzi, responsabile per gli Stati Uniti della Angellozzi tartuficoltura, insieme a Massimo Bottura, Mauro Colagreco e Davide Di Fabio, Sous Chef dell’Osteria Francescana di Bottura.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-12-2019 alle 06:10 sul giornale del 05 dicembre 2019 - 516 letture

In questo articolo si parla di attualità, amandola, Comune di Amandola, chef, miami, bottura, adolfo maringangeli, tartufo dei sibillini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bdCd