Elezioni Regionali, Emilia Romagna: vincono Stefano Bonaccini e il centrosinistra, fallita la spallata di Salvini. Pd al 34,6%. Crollo M5s: 4,7%. Jole Santelli (FI) presidente in Calabria

1' di lettura 27/01/2020 - Il governatore Pd riconfermato: Borgonzoni staccata di 8 punti. E i dem sono il primo partito, mentre la Lega arretra rispetto alle Europee. In Calabria la berlusconiana vince di oltre 20 punti.

Il centrosinistra di Stefano Bonaccini vince contro Matteo Salvini e la Lega in Emilia-Romagna. Jole Santelli (FI) trionfa in Calabria con oltre 20 punti davanti all’avversario. Il Movimento 5 stelle sparisce in entrambe le Regioni. Era il risultato meno scontato: la prima sconfitta del leader della Lega, è destinata ad avere effetti sul governo e su quello che sarà nei prossimi mesi. La spallata promessa e annunciata quotidianamente dall’ex ministro dell’Interno non è arrivata. In Emilia-Romagna, a scrutinio concluso, Bonaccini raccoglie il 51,42 contro il 43,63 per cento della candidata leghista Lucia Borgonzoni. Il presidente uscente, quello stesso che gli ultimi sondaggi avevano dato a rischio sconfitta, è riuscito quindi a raccogliere oltre un voto su due. “Io non ho perso tempo a suonare i campanelli ma sono andato a parlare con le imprese, con le persone e provare a dire che Emilia Romagna volevo”, è stato il primo commento di Bonaccini riferendosi alla provocazione del leader della Lega nel quartiere Pilastro di Bologna. “Per la prima volta la Regione è stata contendibile”, ha dichiarato poi la candidata leghista.






Questo è un articolo pubblicato il 27-01-2020 alle 01:19 sul giornale del 28 gennaio 2020 - 967 letture

In questo articolo si parla di politica, edoardo diamantini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bfxI


logoEV