Richiesta Buoni Spesa. Ecco come fare nei comuni dell’Ambito 23

2' di lettura 02/04/2020 - Dove scaricare il modello di autocertificazione, le dichiarazioni da fare, come e a chi inviare il tutto. Ecco una guida per i cittadini dei comuni di Appignano del Tronto,Castel di Lama, Castignano, Castorano, Colli del Tronto, Offida e Spinetoli.

I Comuni dell’Unione e dell’Ambito Sociale 23 (Appignano del Tronto,Castel di Lama, Castignano, Castorano, Colli del Tronto, Offida e Spinetoli) hanno provveduto all'attivazione della misura e delle modalità operative, per accedere ai Contributi per l'Acquisto di Beni Alimentari e di prima necessità messi a disposizione dei Comuni dal Governo.

Per farne richiesta dei Buoni Spesa – destinati ai nuclei famigliari in condizione di disagio economico e sociale – bisogna presentare un’autocertificazione secondo il modello scaricabile dal sito del Comune di residenza, seguendo poi le indicazioni riportate per l’invio tramite posta elettronica, pec o fax o per richiesta mediante dichiarazione telefonica a un dipendente comunale incaricato.

Nell’autocertificazione occorre dichiarare:

-Di essere residente nel Comune in cui viene presentata la domanda;

-La propria condizione di disagio conseguente all’attuale emergenza, illustrando sinteticamente le motivazioni delle condizioni economiche svantaggiate che saranno valutate ai fini della definizione della partecipazione;

-I redditi percepiti dal nucleo famigliare riferiti alle competenze nel mese di marzo 2020. Che devono inferiori a 800 euro, al netto del pagamento di eventuali canoni di locazione, sulla base di contratti debitamente registrati o di eventuali rate di mutuo;

- La giacenza complessiva del nucleo familiare su C/C e Risparmi bancari/postali risulti inferiore a 4.000 mila euro;

-Che nessuno altro membro del nucleo familiare che ha presentato l’autocertificazione ha fatto o farà richiesta presso altro Comune dei buoni spesa.

Ogni nucleo familiare potrà presentare una sola istanza. L’erogazione dei buoni spesa - del valore nominale di 25 euro ciascuno - è una tantum e l’importo complessivo massimo spettante a ciascun nucleo familiare avente diritto è determinato come segue: nucleo con 1 persona 175 euro; nucleo con 2 persone 275 euro; nucleo con 3 persone 325 euro; nucleo con 4 persone 375; nucleo con 5 persone o più 425 euro.

I buoni potranno essere utilizzati per l’acquisto di generi alimentari, esclusi alcolici e superalcolici, e prodotti di prima necessità, quali prodotti per l’igiene personale - ivi compresi pannolini, pannoloni, assorbenti – e prodotti per l’igiene della casa.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-04-2020 alle 12:13 sul giornale del 03 aprile 2020 - 223 letture

In questo articolo si parla di attualità, appignano del tronto, offida, Spinetoli, castignano, Castorano, Unione Comuni Vallata del Tronto, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/biSA





logoEV