Ascoli Piceno: FILOFEST – Presentazione del libro “Koljia. Una storia familiare” 

1' di lettura 30/09/2020 - Secondo appuntamento del Filofest, festival di cultura, filosofia e relazione, in collaborazione tra Wega impresa sociale e libreria Rinascita. Presso quest’ultima sarà presentato domani, giovedì 1 ottobre alle ore 18.00 il libro “Koljia. Una storia familiare” della scrittrice Giulia Corsalini, edito da Nottetempo. Romanzo sui bambini di Chernobyl adottati in Italia e sulla ricostruzione dell’idea di famiglia.

Sarà presente l’autrice e sarà possibile assistere in sala con numero limitato di persone per misure anticovid.
L’incontro potrà essere seguito anche in diretta sulla pagina facebook e canale youtube di Wega. Corsalini è docente e autrice di saggi di critica letteraria, nel 2018 ha pubblicato con nottetempo il suo fortunato romanzo d’esordio La lettrice di Čechov che ha vinto nel 2019 il Premio letterario internazionale Mondello, il SuperMondello, il Premio Gli Asini e il Premio nazionale di narrativa Bergamo.
Un’estate, nella casa di un paese sul mare, una coppia separata da anni ospita tre bambini ucraini: Nataša e i fratelli Kolja e Katja, approdati in Italia dal loro orfanotrofio per trascorrere delle “vacanze di risanamento”.
Natalia e Marcello si trovano così a tentare di rimettere insieme i pezzi del loro rapporto compromesso, per affrontare un’esperienza che si dimostra fin da subito spiazzante.
Alla fine di una stagione divisa per tutti tra tenerezza e spaesamento, ogni cosa sembra tornare come prima, fino a quando, durante il conflitto scoppiato in Ucraina, si perdono le tracce dell’irrequieto, fragile Kolja. Per la coppia la ricerca del bambino si allarga a interrogativi divenuti impellenti sulla responsabilità, sul senso dell’essere genitori e sulla difficile costruzione di una famiglia irregolare, che raccolga in sé il delicato equilibrio di cinque destini incerti e intrecciati.




Francesco Massi


Questo è un articolo pubblicato il 30-09-2020 alle 18:07 sul giornale del 01 ottobre 2020 - 241 letture

In questo articolo si parla di cultura, francesco massi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bxnX





logoEV