Quick poll Marche: "I Marchigiani favorevoli al divieto di uscire dal comune a Natale, anche nei piccoli centri"

3' di lettura 11/12/2020 - Sigma Consulting in esclusiva per i quotidiani Vivere ha chiesto ai marchigiani il loro parere sul dpcm che prevede il divieto di uscire dal proprio comune nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno. E - sorpresa - i marchigiani sono per lo più favorevoli, pure i residenti nei piccoli comuni, anche se un po' meno. Vediamo tutti i dati.

Il 68% dei marchigiani è favorevole al dpcm che vieta gli spostamenti tra comuni durante le feste. Il 28% è molto favorevole e il 40% è abbastanza favorevole. Per niente favorevole il 13% e contrari il 19%, in tutto il 32%. Ma nei piccoli comuni, quelli con meno di 10.000 abitanti la percentuale dei contrari cresce al 39% e arriva addirittura al 41% negli over 65.

Ma anche se non si è favorevoli ad un provvedimento bisogna comunque rispettarlo. Saranno infatti l'83% dei marchigiani a non uscire dal proprio comune a Natale, Santo Stefano e Capodanno. Percentuale leggermente più bassa, 81%, nei piccoli comuni. I più indisciplinati saranno gli over 65 che rispetteranno la norma solo nel 71% dei casi.

Raccoglie minor consenso la raccomandazione di non trascorrere il pranzo di Natale in compagnia di amici e parenti. Sono favorevoli il 63% dei marchigiani, ma solo il 51% degli over 65 e il 41% dei residenti nei piccoli comuni. Favorevoli o meno la raccomandazione sarà osservata dal 65% dei marchigiani, ma solo dal 60% dei residenti nei piccoli comuni e da appena il 43% degli over 65. Rimane comunque un 26% di indecisi. Quota che raggiunge il 46% negli over 65.

"La quota di marchigiani favorevole alla limitazione degli spostamenti per le festività natalizie - afferma Alberto Paterniani, direttore ricerche di Sigma Consulting - sorprende positivamente: circa i due terzi del campione interpellato concorda con le misure adottate dal Governo. Rispetto alla raccomandazione di evitare pranzi natalizi estesi ai familiari non conviventi si riscontra, invece, un minor accordo. Proprio in questo ambito - continua Paterniani - emerge la vera variabile discriminante: non è tanto la dimensione del comune di residenza a determinare l'atteggiamento più o meno favorevole alle norme del dpcm, quanto la situazione personale o familiare del rispondente, fortemente correlata all'età anagrafica. In questo senso sorprende la percentuale di over 65, a volte persone sole, non autosufficienti o comunque desiderose di perpetuare le tradizioni natalizie in famiglia, che dichiara contrarietà alle norme e esprime incertezza sui comportamenti da tenere".

Nelle grafiche allegate potete vedere tutte le risposte.
I risultati sono stati ottenuti con 650 interviste ad un campione rappresentativo di marchigiani.

Se ti piace esprimere giudizi e opinioni e vuoi partecipare alle nostre prossime rilevazioni, registrati al sito dell’istituto Sigma Consulting (https://www.sigmaconsulting.biz/community): un modo interessante e divertente per dare valore alle tue opinioni!


Ultimi sondaggi Sigma Consulting per Vivere Marche: Libri (25-27 novembre 2020), Vaccini (11-13 novembre 2020), Popolarità nuova Giunta Regionale (5-6 novembre 2020), Immuni (21-23 ottobre 2020)








Questo è un articolo pubblicato il 11-12-2020 alle 23:30 sul giornale del 14 dicembre 2020 - 261 letture

In questo articolo si parla di attualità, michele pinto, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bFw9





logoEV