UGL: "Sanità da ripensare nel Piceno"

1' di lettura 16/12/2020 - Dopo tante posizioni politiche sanitarie  variegate e cambiate nei tempi e nella sostanza, l'Ugl Sanita'  tiene a sottolineare che sin dall'inizio, da quando gran parte di politici e forze sociali, trasversalmente, sostenevano un solo ospedale, come panacea alla soluzione dei problemi assistenziali, oppure, nel silenzio generale, quando il Madonna del Soccorso fu sentenziato impropriamente come covid, l'Ugl ha sempre sostenuto il mantenimento dei due plessi con funzionalità integrata, con gestione dei pazienti covid attraverso percorsi ospedalieri, nel rispetto di quanto sottoscritto dal Dir Gen Asur Marche Dott Nadia Storti, che condividiamo.

La carta politica di una funzionale assistenza domiciliare è ciò che manca veramente..

Dimenticate che il Madonna del soccorso possa mantenere la destinazione covid, decisa a febbraio dalla precedente amminiatrazione regionale, anche perché, oggi, e' grazie al Madonna del soccorso che gli equilibri gestionali asistenziali in asur5 possono essere mantenuti.

L'ugl sanità, pertanto si rivolge all'assessore Saltamartini, nella fiducia, affinché effettivamente si apprezzi un miglioramento del sistema organizzativo nonché degli indirizzi politici sanitari attraverso atti di razionale coraggio.

Ugl sanità Provinciale






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-12-2020 alle 16:24 sul giornale del 17 dicembre 2020 - 188 letture

In questo articolo si parla di attualità, ugl, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bFZw





logoEV