Bankitalia: con la crisi pandemica il peggior calo dei redditi da vent'anni. Stretta delle famiglie sui consumi

1' di lettura 14/01/2021 - Una situazione difficile emerge dal rapporto della Banca d'Italia titolato "I conti economici e finanziari durante la crisi sanitaria del Covid-19".

Così recita l'analisi di Bankitalia: "Nel primo semestre 2020 i redditi primari pro-capite a valori correnti delle famiglie si sono ridotti dell'8,8% rispetto al primo semestre 2019, una contrazione decisamente più ampia di quelle registrate nelle fasi più acute della crisi finanziaria (-5,2%) e di quella dei debiti sovrani (-3,4%). Nel primo semestre del 2020, la variazione del debito pubblico in percentuale del Pil ha raggiunto i valori più alti negli ultimi 20 anni. Il debito è complessivamente aumentato di 121 miliardi nel semestre, di cui 97,4 miliardi nel secondo trimestre dell'anno. Il deficit è invece stato complessivamente inferiore (78 miliardi)".

Nella grande incertezza generale, le famiglie hanno risposto alla crisi diminuendo i consumi (-9,8% nel primo semestre 2020), e non rassicurate dai sostegno governativo, hanno triplicato il proprio tasso di risparmio (rispetto alla fine del 2019), tornando a investire in titoli pubblici. "Oltre la metà degli acquisti del semestre è riconducibile a conti di deposito titoli con valori mobiliari a custodia compresi tra i 50 e i 250 mila euro; al contrario, i conti con valori mobiliari superiori ai 500 mila euro, a cui era riconducibile alla fine del 2019 oltre la metà dei titoli pubblici di proprietà delle famiglie, non hanno registrato acquisti significativi". Il rapporto di Bankitalia precisa anche che: "In un contesto di forte contrazione della spesa per consumi e investimenti, le famiglie e le imprese hanno nel complesso indirettamente trasferito risorse alle amministrazioni pubbliche, soprattutto attraverso l'impiego della liquidità accantonata presso il sistema bancario".






Questo è un articolo pubblicato il 14-01-2021 alle 12:37 sul giornale del 15 gennaio 2021 - 212 letture

In questo articolo si parla di economia, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bJoa