Fermo: Il Comune di Montegiorgio ha " adottato 50 Pigotte Unicef", una per ogni bambino che nascerà nel 2021 .Stamattina consegnata la prima al neonato Ettore Bastianelli

2' di lettura 20/01/2021 - Aderendo all'iniziativa " per ogni bambino nato un bambino salvato" il Comune ha devoluto un contributo che permetterà all'Unicef di aiutare tanti bambini garantendo loro un futuro migliore.

Montegiorgio. Si chiama Ettore, è nato il 13 gennaio scorso da mamma Annalisa Bianchini e papà Brian Bastianelli. E’ lui il primo neonato montegiorgese a ricevere dal Comune di Montegiorgio in regalo la Pigotta dell’Unicef, il simbolo di solidarietà e amore che l’Amministrazione Comunale ha scelto per festeggiare l’arrivo di ogni nuovo cittadino del territorio. Un dono simbolico che, di fatto, diventa una vera e propria adozione a distanza, perché ogni Pigotta adottata salva la vita ad un altro bambino meno fortunato che, in qualche altra parte del mondo non ha garantiti i propri diritti.

La Pigotta è una bambola di stoffa, frutto del lavoro di tanti volontari che, filo dopo filo, la realizzano con amore e che, negli anni, ha salvato oltre un milione e mezzo di bambini. Adottando 50 Pigotte ( tanti sono in media i bambini che nascono sul territorio montegiorgese) in adesione all’iniziativa “ Per ogni bambino nato un bambino salvato” il Comune di Montegiorgio ha devoluto un contributo che permetterà all’Unicef di continuare ad aiutare tanti bambini così da garantire loro un futuro migliore.

La consegna della prima Pigotta alla mamma del piccolo Ettore è avvenuta stamattina ( 20 gennaio 2020) nel palazzo comunale in un clima festoso e alla presenza del Sindaco Michele Ortenzi , dell’Assessore alla Cultura Michela Vita e dell’Ufficiale di Stato Civile Massimo Vita.

Proprio l’Assessora alla Cultura, insieme a quella ai Servizi Sociali Maria Giordana Bacalini , informate di questa iniziativa dalla presidente del comitato Unicef di Fermo, hanno sposato con slancio la proposta veicolandola al Sindaco Ortenzi che l’ha subito accolta convintamente, definendola “ una iniziativa importante e meritoria che tende a valorizzare quello spirito di solidarietà che, soprattutto in questa fase che stiamo vivendo, deve venire fuori più che mai , mettendoci un po’ tutti a servizio degli altri”.

La sensibilità di Montegiorgio nei confronti dell’Unicef aveva già avuto un forte riscontro nel 2020, quando gran parte dell’incasso dello spettacolo folkloristico “ Le rcacciature “ dell’impianto scenico “ Montegiorgio Cacionà”, era stato devoluto proprio al Comitato Unicef di Fermo.

La flotta delle 50 Pigotte era stata consegnata dalla Presidente Unicef agli amministratori comunali giusto ieri sera e già oggi una di queste ha “ trovato casa” . Saranno tante altre quelle che allieteranno gli eventi neonatali sul territorio, portando un messaggio di solidarietà , un sorriso e una speranza concreta. Perchè i bambini del mondo hanno il futuro in "Comune".






Questo è un articolo pubblicato il 20-01-2021 alle 18:18 sul giornale del 21 gennaio 2021 - 132 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, marina vita

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bKnI





logoEV