Troppi contagi: da lunedì le Marche tornano in zona arancione

3' di lettura 26/02/2021 - L'Istituto Superiore di Sanità ha aggiornato, come ogni venerdì, la classificazione delle regioni italiane in base gli indici di rischio per il Covid-19. E le Marche da lunedì 1 marzo tornano in zona arancione.

Il provvedimento, comunicato dal Ministro Speranza al presidente della Regione Francesco Acquaroli, sembrava quasi scontato alla luce dell'impennata di contagi registrata nelle Marche nelle ultime due settimane con i nuovi positivi passati da 400 a oltre 700 al giorno. Anche per questo lo stesso Acquaroli ha disposto, con una apposita ordinanza, la chiusura delle scuole superiori dal 27 febbraio al 5 marzo in tutta la regione e la chiusura delle seconde e terze classi delle medie nelle province di Ancona e Macerata.

Da lunedì 1 marzo e almeno per una settimana dunque tutte le Marche tornano in arancione, il che comporta la chiusura di bar (che possono effettuare asporto fino alle 18) e ristoranti (che possono effettuare asporto e consegne a domicilio fino alle 22). E' vietato uscire dal proprio comune se non che per motivi di lavoro, salute o urgenza e comunque muniti di autocertificazione. In zona arancione è ancora possibile fare visita, una volta al giorno, in due persone, under 14 esclusi, in una abitazione dello stesso comune, dove vivono massimo due persone, sempre under 14 esclusi. Resta il coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino.

"Mi ha appena comunicato il ministro Speranza che da lunedì la nostra regione sarà in zona arancione - annuncia Acquaroli - Mi dispiace moltissimo per le restrizioni che condizioneranno la nostra quotidianità e tutte le attività, ma mi preme raccomandarvi la massima attenzione. Sapete quanto in altre occasioni mi sono battuto per chiedere di consentire lo svolgimento di attività personali ed economiche, ma in questo momento abbiamo il dovere di fermare il prima possibile questa fase di recrudescenza del virus a tutela della salute e della sicurezza di tutti i cittadini marchigiani".

L'ordinanza della Regione Marche firmata oggi dal Presidente Francesco Acquaroli ha disposto anche la proroga delle misure già in vigore che prevedono sia i limiti di spostamento in entrata e in uscita nella provincia di Ancona nei soli casi di salute, studio, lavoro e necessità comprovate e le restrizioni per i 20 comuni dell'anconetano che rientrano in zona arancione. Queste misure restano in vigore anche domenica 28 febbraio. Da lunedì 1 marzo tutta la Regione Marche sarà in zona arancione.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.
Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".
Per Telegram cercare il canale desiderato.

Città Whatsapp Telegram
Ancona 350.0532033 @VivereAncona
Ascoli 353.4149022 @VivereAscoli
Camerino 340.8701339 @VivereCamerino
Civitanova 348.7699158 @VivereCivitanova
Fabriano 376.0081705 @VivereFabriano
Fano 350.5641864 @VivereFano
Fermo 351.8341319 @VivereFermo
Jesi 371.4821733 @VivereJesi
Macerata 328.6037088 @VivereMacerata
Osimo 320.7096249 @VivereOsimo
Pesaro 371.4439462 @ViverePesaro
Recanati 366.9926866 @VivereRecanati
San Benedetto 351.8386415 @VivereSanBenedetto
Senigallia 351.7275553 @VivereSenigallia
Urbino 371.4499877 @VivereUrbino
Rimini 376.0317899 @VivereRimini





Questo è un articolo pubblicato il 26-02-2021 alle 17:44 sul giornale del 27 febbraio 2021 - 264 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bP8l





logoEV
logoEV