Il Coordinamento per il Forum Cittadino interviene sui servizi di esternalizzazione della biblioteca

biblioteca 3' di lettura 10/04/2021 - n data 08 aprile 2021, in una riunione congiunta fra l’Associazione Demos e le associazioni ACLI –Arte spettacolo e Un Passo Avanti di Ascoli Piceno, si è costituito il Coordinamento per il Forum cittadino sulla esternalizzazione dei servizi di biblioteca nella Città di Ascoli.

Il Forum cittadino sulla esternalizzazione dei servizi di bibliotecaè stato progettato dall’Associazione Demos e condiviso con le associazioni firmatarie del Coordinamento; avrà per oggetto la delibera n. 67 del 29 dicembre 2020: “esternalizzazione dei servizi Biblioteca comunale e Messi comunali”, e/o altri provvedimenti successivi in materiaeventualmente prodottidagli organi politicidel Comune di Ascoli.Il progetto prevedeun processo deliberativo basato sulla corretta informazionedei cittadini che vorranno partecipare, nonché sull’esame e l’analisi oggettiva di dati ed elementi conoscitivi storici, giuridici, sociali, e culturali. Si baserà sull’attivismo volontario e costituiràun patrimonio civico di grande valoredemocratico e di cittadinanza attiva. Esso sarà interamente conservatoe divulgato con una pubblicazione finaleche sarà lasciata alla Città.Il Forum si svolgerà secondo il metodo democraticotipico dei processi deliberativi.

Si baserà sulla conoscenza,in mancanza della quale ogni opinione o parere sarebbe falsato; si svolgerà in presenza,nel momento in cui le restrizioni sulla pandemia in corso lo renderà possibile,in tre fasi fondamentali:I.Assemblea Plenaria di Apertura;II.articolazionedei Tavoli di lavoro;III.Assemblea Plenaria di Chiusura. Si avvarrà di tutti gli strumenti informatici e telematici, coinvolgerà la stampa cui è sin d’ora completamente aperto.Rispetterà i principi della democrazia partecipativa, inclusiva e dialogica in virtù dei quali tutti dovranno essere messi nelle stesse condizioni di poter decidere di partecipare; tutti i partecipanti avranno le stesse possibilità di esprimersi; prevarranno l’ascolto attento e dialogico, non pretestuoso né capzioso o autoreferenziale, il rispetto della persona umana e della diversità delle opinioni.Il progetto, nei suoi dettagli, può essere visionato qui: https://bit.ly/3t6vZki.Al momento sono in atto le azioni preparatorie: costituzione di questo coordinamento e di un Tavolo di esperti.

Quest’ultimo avvierà una serie di studi, approfondimenti, eventi e dibattiti in video-conferenza, volti ad assicurare ai partecipanti che formeranno i Tavoli di lavoro della seconda fase operativa(per quello che si potrà su internet e in attesa di poter tornare ad incontrarsi in presenza), corrette informazionieconoscenze.Tutto il percorso progettuale si svolgerà in completa equidistanza dai partiti politici di maggioranza e/o di opposizione, al fine di consentire alle persone, agli esperti, ai giovani e a tutti coloro che mostreranno interesse al progetto, di potersi informare e di esprimere il proprio parere a conclusione del percorso democratico e partecipativo proposto. Il Coordinamento appena formatosi è completamente aperto: altre associazioni ascolane che operano nella cultura, nel sociale e nei campi specifici della partecipazione popolare e della cittadinanza attiva possono comunicare la loro adesione al progetto anche prima della prossima riunione operativa, scrivendo a associazioneculturaledemos1652@gmail.com.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-04-2021 alle 10:44 sul giornale del 12 aprile 2021 - 130 letture

In questo articolo si parla di attualità, biblioteca, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bWSi